canone rai modello

Esonero del canone Rai, la richiesta entro il 20 dicembre

C’ tempo fino al 20 dicembre per poter inoltrare la domanda di esonero del canone Rai: èpossibile inviare la richiesta in modalità  telematica o in modalità  cartacea. 

àˆ bene affrettarsi entro il 20 dicembre, anche se la vera scadenza èfissata al 31 gennaio 2019. 

Aspettando la scadenza ultima infatti c’ il rischio che venga in ogni caso addebitata la prima rata per cui èmeglio seguire le consuete procedure. 

canone rai modello

Anche quest’anno il canone tv viene addebitato automaticamente per 10 rate mensili da 9 euro da gennaio a ottobre di ogni anno sulla bolletta elettrica presumendo in automatico che ci sia la presenza di un apparecchio tv per ogni utenza elettrica nel luogo dove la persona ha la propria residenza anagrafica.

canone rai, richiesta di esonero

Canone Rai, ecco i soggetti che esentati dal pagamento

Con l’introduzione del canone Rai sulla bolletta elettrica (suddiviso in 10 rate, da gennaio a ottobre di 9 euro ciascuna) che prevede l’addebito presumendo che ci sia la presenza di un televisore in concomitanza di un’utenza, si punta a ridurre l’evasione di una delle tasse pi๠odiate degli italiani.

canone rai, richiesta di esonero

Per poter chiedere l’esenzione, ove previsto, èpossibile poter presentare l’apposito modulo (da inviarsi prima della fine di dicembre) con una dichiarazione sostitutiva all’Agenzia delle Entrate, con cui dichiarano che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante ètitolare di un’utenza elettrica si trovi un apparecchio tv. 

canone rai modello

Esenzione dal canone tv, quando inviare la comunicazione di non detenzione

Tutti i cittadini che non possiedono un apparecchio televisivo devono comunicarlo all’Agenzia delle Entrate entro il 31 gennaio 2018: per chiedere l’esenzione dal pagamento del canone tv, ènecessario inviare il modello della dichiarazione sostitutiva di non detenzione che èdisponibile online sui  siti internet dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it e della Rai www.canone.rai.it.

canone rai modello

Se la scadenza naturale sarebbe quella del 31 gennaio, èanche vero che per poter evitare di dover chiedere successivamente rimborsi, sarebbe meglio inoltrare la dichiarazione di non detenzione della tv entro la fine di dicembre, se si sceglie l’inoltro telematico, o entro  il 20 dicembre se viene presentata per posta in forma cartacea. 

evasione, concorso, rottamazione, agenzia delle entrate, spesometro 2017

Rottamazione Bis, ecco il nuovo modello

Con le modifiche della legge di conversione del decreto fiscale, èstata ufficialmente introdotto l’ampliamento dei termini per la rottamazione:  a partire dal 7 dicembre riguarda tutti i carichi pendenti dal 2000 al 30 settembre 2017, ma èstato anche introdotto un nuovo tipo di calendario delle scadenze vista anche la proroga del pagamento della terza rata della prima rottamazione prevista. I contribuenti che intendano aderire alla definizione agevolata dovranno pertanto presentare la domanda entro e non oltre il 15 maggio 2018 come già  anticipato. 

rottamazione, agenzia delle entrate, spesometro 2017

Per inoltrare la domanda ènecessario compilare il nuovo modello apposito previsto, il modello DA 2000/17, in modalità  cartacea: potrà  essere inviato via elettronica certificata (agli appositi indirizzi PEC delle direzioni regionali) o in alternativa utilizzando il servizio online “Fai DA te“. 

modello rottamazione, caf

Modello DA-2017, come compilare il modello della Dichiarazione di adesione alla rottamazione bis

Al via la definizione agevolata delle cartelle per le somme riferite ai carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017. 

modello rottamazione

Per poter aderire alla definizione agevolata ènecessario compilare e inviare il modello DA-2017 Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata inviandola attraverso pec (se si ha una casella di posta elettronica certificata) inviata alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle entrate-Riscossione di riferimento con il documento di identità  oppure agli sportelli presenti sul territorio nazionale (esclusa la regione Sicilia).