Foto | Marty Melville/Getty Images News/Getty Images

Fatturazione elettronica appalti pubblici

Foto | Marty Melville/Getty Images News/Getty Images

Viene introdotto all’interno del sistema degli appalti pubblici lo standard europeo di fatturazione elettronica. La novità  èstata prevista direttamente dall’Europa, in particolare da una proposta di direttiva della Commissione Europea. Importante èlo scopo di questa novità  che verrà  introdotta all’interno degli appalti pubblici.

Compilazione fatture per detrazione ristrutturazione ed ecobonus

pannello fotovoltaico

Il Governo Letta ha approvato nelle settimane scorse il decreto ecobonus a favore dell’impresa, che consentirà  di usufruire di detrazioni fiscali del 65% fino al dicembre 2013 per tutti i lavori volti al risparmio energetico. Oltre a questo provvedimento èstato anche previsto un incentivo sempre sotto forma di detrazione fiscale del 50% per i lavori di ristrutturazione che prevede anche un bonus arredamento del 50% per acquisti di mobili. 

Contributo integrativo fatture estere

A partire dal 1° gennaio 2013, in virt๠di quanto previsto dalle nuove norme comunitarie sul regime Iva (direttiva 2010/45/Ue) che il governo italiano ha recepito inserendo il decreto legge n. 216/2012 nella legge di stabilità  2013 (articolo 1, commi da 324 a 335), i professionisti iscritti agli albi che operano all’estero dovranno applicare in fattura un contributo integrativo a favore delle rispettive Casse previdenziali.

Tale contributo èsolitamente pari al 4% dell’imponibile Iva, ma in alcuni casi puಠarrivare anche al 5%, e riguarda la cessione di beni o la prestazione di servizi rese nei confronti di un committente debitore dell’imposta in un altro stato membro dell’Unione europea, nonchè le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di un soggetto stabilito fuori dell’Ue.

Numerazione progressiva delle fatture da gennaio 2013

In virt๠di quanto previsto dall’articolo 21 del Dpr 633/1972, come modificato dall’articolo 1, comma 325, lettera d), della legge 228/2012, a partire dal 1° gennaio 2013 la fattura deve contenere un “numero progressivo che la identifichi in modo univoco“, mentre nella precedente formulazione era richiesta una numerazione “in ordine progressivo per anno solare“.

Riguardo a tale modifica, l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 1/E del 10 gennaio 2013 èintervenuta per chiarire i profili interpretativi e applicativi della nuova norma.