carburanti, fatturazione elettronica, iva, partite iva, acconto iva, bando, fattura, saldo, lavoratori autonomi

Regime forfettario 2019, i nuovi requisiti per le partite IVA

Novità  in vista per le partite Iva nel 2019: obiettivo della nuova legge di Bilancio èdi semplificare le regole, ma anche di introdurre nuovi limiti per evitare proprio aumento del evitare l’aumento del fenomeno delle false partite IVA. 

carburanti, fatturazione elettronica, iva, partite iva, acconto iva, bando, fattura, saldo, lavoratori autonomi

La flat tax al 15% verrà  applicata alle partite IVA che nel corso dell’anno precedente hanno conseguito 65.000 euro di ricavi o compensi. 

carburanti, fatturazione elettronica, iva, partite iva, acconto iva, bando, fattura, saldo, lavoratori autonomi

Partite IVA, come passare dal regime semplificato a quello forfettario

Dal regime semplificato a quello forfettario: le partite IVA hanno la possibilità  di poter effettuare il passaggio come ricorda la risoluzione n. 64/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate. 

Qual èla decorrenza da rispettare e quali sono i costi del passaggio? 

carburanti, fatturazione elettronica, iva, partite iva, acconto iva, bando, fattura, saldo, lavoratori autonomi

Il contribuente che ha sempre svolto la propria attività  in regime di contabilità  semplificata pur possedendo i requisiti necessari per accedere al regime forfettario, puಠpassare al nuovo regime che per l’anno successivo che potrà  essere anche diverso rispetto a quello del periodo d’imposta dell’anno precedente.

spesometro , fatturazione elettronica , spessimetro, fatture e corrispettivi, tasse

Decreto Dignità , le semplificazioni per le partite iva

Con l’approvazione del Decreto Dignità , arrivano anche una serie di semplificazioni relative alle Partite IVA cercando di snellire la burocrazia e le continue scadenze. Il Governo interviene in particolare sul Redditometro, sullo Spesometro e sullo Split Payment cercando di venire anche incontro alle richieste dei professionisti.

spesometro , fatturazione elettronica , spessimetro, fatture e corrispettivi, tasse

Partiamo dallo spesometro: per il momento lo strumento resta, ma viene semplicemente prorogato: approvata infatti la proroga relativa all’invio dei dati delle fatture emesse ricevute relativi al terzo trimestre 2018.

euro, soldi, bonus imperf

Irpef, pagano di pi๠liberi professionisti e partite Iva

Liberi professionisti e partite Iva: sono loro a versare pi๠Irpef rispetto a dipendenti e pensionati come conferma l’elaborazione dell’Ufficio Studi della Cgia di Mestre sull’imposta pagata dai contribuenti italiani allo Stato italiano.

euro, soldi, bonus imperf

. L’Irpef, imposta versata solo dalle persone fisiche, ha fornito allo Stato la bellezza di 155 miliardi nel 2016 con un’incidenza pari al 33% sul gettito totale delle imposte versate.