Partite Iva a regime forfetario agevolato: i vantaggi

di Fabiana Commenta

Si sa, le partite iva sono spesso tartassate, ma contribuenti italiani, artigiani, piccoli commercianti, professionisti potrebbero usufruire di una serie di agevolazioni con la partita iva a regime forfetario agevolato, introdotto con la Legge di Stabilità 2015.

Si tratta di una partita iva destinata a operatori economici di piccole dimensioni che presenta diversi vantaggi: non richiede comunicazione alcuna, né semplificazioni ai fini IVA e ai fini contabili, ma anche l’applicazione di un’unica imposta in sostituzione di quelle previste in linea generale. 

Una volta che è stato determinato il reddito imponibile, il contribuente forfetario deve applicare un’imposta pari al 15% sostitutiva delle imposte sui redditi, delle addizionali regionali e comunali e dell’Irap. E per favorire le nuove aziende e le nuove iniziative economiche, la Legge di Stabilità ha stabilito che a partire dal 2016 il reddito può essere assoggettato a un’imposta sostitutiva del 5% per i primi 5 anni di attività.

Il regime dei minimi presenta anche una scadenza legata ad un numero di anni di attività o al raggiungimento di una particolare età anagrafica.

LAVORATORI AUTONOMI, I PIU’ RICCHI A MILANO

Chi vi può accedere? Possono usufruirne soggetti che siano già in attività e/o che comincino un’attività di impresa, arte o professione che abbiano conseguito ricavi o percepito compensi non superiori a determinati limiti diversificati in base al codice Ateco che contraddistingue l’attività esercitata; che abbiano sostenuto spese complessive per lavoratori dipendenti, parasubordinati e associati in partecipazioni con solo apporto di lavoro, ma non superiori a 5mila euro lordi; c) che abbiano sostenuto spese per stock di beni strumentali di ammontare complessivo, ma non superiore a 20mila euro.

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>