Dettagli versamento IMU dell’emendamento al decreto fiscale

di Vito Verna Commenta

Per tutte le altre tipologie immobiliari, così come per le seconde o eventuali terze case, i contribuenti continueranno a pagare l'Imposta Municipale Unica, anche nel 2012, in sole due rate.

Dettagli versamento IMU dell'emendamento al decreto fiscale

La recente approvazione dell’emendamento al decreto fiscale proposta del relatore del Popolo della Libertà Gianfranco Conto, emendamento del quale, negli scorsi giorni, si sarebbe parlato in numerose occasioni sia sui principali quotidiani nazionali che sui nostri blog, avrebbe scompaginato le carte in tavola e rivoluzionato completamente, per lo meno per tutto il 2012, le normative stabilite dall’ormai celeberrima manovra salva-Italia in materia di istituzione nonché di versamento della nuova Imposta Municipale Unica dovuta, anche per le cosiddette prime case, da tutti i proprietari di un qualsiasi immobile di una qualsiasi tipologia.

CODICI TRIBUTO IMU

In particolare, stando a quanto si sarebbe intuito dalle indiscrezioni lasciate trapelare dai membri della Commissione Finanze della Camera dei Deputati (che nella giornata di ieri avrebbe dato il proprio definitivo via libera al su indicato provvedimento), l’emendamento del PdL avrebbe definitivamente introdotto la possibilità, valida, però, esclusivamente per l’anno d’imposta 2012, che l’Imposta Municipale Unica venga versata nelle casse dello Stato, come da noi anticipatovi nei giorni scorsi, in 3 distinte rate.

CLASSIFICAZIONE CATASTALE IMMOBILI

Attenzione, però, ai paletti imposti alla normativa dallo stesso Gianfranco Conte.

CALCOLO RENDITA CATASTALE IMMOBILE

Ad usufruire di questa vantaggiosa dilazione nel pagamento dell’Imposta Municipale Unica saranno, infatti, solamente i proprietari di uno o più immobili destinati ad uso abitativo od industriale che, in particolare, potranno ottenere questo sgravio fiscale esclusivamente sull’Imposta Municipale Unica dovuta sull’abitazione principale che, a tutti gli effetti, costituirebbe l’abitazione di residenza del soggetto.

Per tutte le altre tipologie immobiliari, così come per le seconde o eventuali terze case, i contribuenti continueranno a pagare l’Imposta Municipale Unica, anche nel 2012, in sole due rate.

Rispondi