Fac-simile contratto di leasing

auto in leasing

Il contratto di leasing viene stipulato tra le parti in caso di una operazione finanziaria con cui, un istituto finanziario o un intermediatore, che vengono nel caso chiamato concedente o locatore, concede, a fronte di un pagamento di un canone periodico, ad un ad un altro soggetto, detto utilizzatore, locatario o conduttore, la disponibilità  di un bene necessario all’attività  produttiva. Puಠtrattarsi ad esempio di un’automobile, di un macchinario o di un immobile per un determinato periodo di tempo.

Nuova disciplina fiscale per i canoni di leasing

leasing

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito con una circolare emessa lo scorso 29 maggio i dettagli della nuova normativa inerenti i canoni di leasing. Il comunicato ufficiale n. 17/E spiega nel dettaglio le modifiche apposte dall’articolo 4 del Dl n. 16/2012, che ha riscritto in parte la disciplina stabilita dalla precedente normativa, il Tuir, andando ad incidere sul comma 2 dell’articolo 54 e il comma 7 dell’articolo 102.

Bollo auto e leasing

auto aziendale

In base a quanto stabilito dall’articolo 7, comma 2, della legge n. 99/2009, tra i soggetti passivi della tassa automobilistica figura anche l’utilizzatore di un auto in virt๠di un contratto di leasing.

Tale soggetto, inoltre, èl’unico obbligato ad effettuare il pagamento del bollo auto, in quanto come affermato dalla Ctp Perugia con la sentenza n. 175/2/13, depositata lo scorso 30 aprile, non c’ènessuna responsabilità  solidale con la società  che concede il veicolo di sua proprietà  in locazione finanziaria.

Proroga comunicazione contratti noleggio e leasing

C’èpi๠tempo per la comunicazione dati al Fisco relativamente ai contratti di noleggio e di leasing. Nella giornata di ieri, martedଠ26 giugno del 2012, l’Agenzia delle Entrate ha infatti reso noto che, a seguito di un provvedimento firmato dal Direttore dell’Amministrazione finanziaria dello Stato, scatta la proroga al 29 ottobre del 2012 rispetto al termine che èstato inizialmente fissato per la giornata di sabato prossimo, 30 giugno del 2012.

Questa proroga s’èresa necessaria dopo che proprio l’Agenzia delle Entrate ha preso atto, accogliendole, delle istanze formulate dalle associazioni di categoria in merito a difficoltà  tecniche per le aziende. Di conseguenza gli operatori che dovranno trasmettere i dati avranno pi๠tempo per inoltrare all’Anagrafe tributaria i dati richiesti dopo averli reperiti e prodotti.

Riqualificazione energetica: chiarimenti dall’Agenzia

Proseguiamo l’analisi della circolare n. 21/2010 emanata dall’Agenzia delle Entrate in tema di deduzioni e detrazioni dall’IRPEF.

Molte precisazioni riguardano la detrazione del 55% sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica.
Fra l’altro, èstato ribadito che il bonus èincompatibile con l’assegnazione di contributi pubblici (nazionali, locali o comunitari) sui medesimi lavori; l’aver presentato domanda per i contributi, tuttavia, non èdଠper sè rilevante: se poi il contributo venisse davvero assegnato successivamente alla fruizione della detrazione fiscale, il contribuente dovrà  necessariamente rinunciarvi o restituirlo senza indugio.