Foto | Paul Ellis/AFP/Getty Images

Aliquota tassazione TFR trattamento fine rapporto

Foto | Paul Ellis/AFP/Getty Images

Il trattamento di fine rapporto di lavoro, spesso denominato con l’acronimo TFR, viene regolato dall’articolo 2120 del Codice Civile; tale norma si occupa di disciplinare questo elemento della retribuzione del lavoratore, che secondo quanto stabilisce l’intera disciplina di legge, rappresenta la quota che il datore di lavoro èobbligato a liquidare al suo dipendente nel momento in cui cessi il rapporto di lavoro subordinato.

Foto | Marty Melville/Getty Images News/Getty Images

Fare impresa in Italia sempre meno conveniente

Foto | Marty Melville/Getty Images News/Getty Images

Sembrano non cessare le brutte statistiche e report che arrivano sull’economia italiana. Un altro dato preoccupante emerge dalla classifica stilata dalla Banca Mondiale nell’ambito del rapporto “Doing Business 2014”. La notizia, nonostante negativa, vede perಠl’Italia migliorare di alcune posizioni rispetto all’anno scorso, ma la nostra posizione in classifica ci vede nella zona bassa tra i paesi europei.

Rivalutazione di terreni e partecipazioni

terreno

Una misura fiscale buona per fare cassa, amata dai governi di ogni colore, èla rivalutazione dei beni. La nuova Finanziaria ha riaperto i termini di una misura di rivalutazione prevista nel recente passato, e i contribuenti che non ne avessero ancora fatto ricorso potrebbero rimediare, dato che il vantaggio fiscale èvidente.

Il punto di partenza èdato dalla tassazione per i soggetti IRPEF delle plusvalenze sui terreni e sulle partecipazioni non quotate in Borsa o negli altri mercati regolamentati.

Contratto a progetto tassazione e contributi previdenziali

operaio lavoratore

In origine, i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa erano considerati dalle leggi fiscali come una sottospecie del lavoro autonomo.

Dal 2001, invece, essi sono stati assimilati al lavoro dipendente, cui di fatto presentano maggiori somiglianze.

Quest’assimilazione comporta numerose conseguenze degne di nota. Il committente, innanzitutto, riveste fiscalmente il ruolo di sostituto d’imposta: ciಠsignifica che dovrà  apportare trattenute fiscali e previdenziali per conto del lavoratore sulla sua busta-paga. Anche per i co.co.pro., dunque, stipendio lordo e stipendio netto sono valori ben distinti.