Home » Contratto a progetto tassazione e contributi previdenziali

Contratto a progetto tassazione e contributi previdenziali

operaio lavoratore

In origine, i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa erano considerati dalle leggi fiscali come una sottospecie del lavoro autonomo.

Dal 2001, invece, essi sono stati assimilati al lavoro dipendente, cui di fatto presentano maggiori somiglianze.

Quest’assimilazione comporta numerose conseguenze degne di nota. Il committente, innanzitutto, riveste fiscalmente il ruolo di sostituto d’imposta: ciò significa che dovrà apportare trattenute fiscali e previdenziali per conto del lavoratore sulla sua busta-paga. Anche per i co.co.pro., dunque, stipendio lordo e stipendio netto sono valori ben distinti.


Poiché i compensi del co.co.pro. rientrano nella famiglia dei redditi da lavoro dipendente, il lavoratore può contare sulle stesse detrazioni da imposta previste dal T.U.I.R. a favore dei subordinati, superiori a quelle previste per gli autonomi. Il collaboratore, inoltre, ha diritto di ricevere la busta-paga ogni mese e il CUD ogni febbraio, e ha diritto a ricorrere all’assistenza dei CAF per la redazione della dichiarazione dei redditi.

Oltre all’IRPEF e relative addizionali, il committente detrae dal compenso del collaboratore anche la quota di contributi previdenziali (destinati alla Gestione Separata) a carico del co.co.pro. stesso. Due terzi dei contributi complessivamente dovuti, infatti, sono a carico dello stesso committente, mentre un terzo, a carico del lavoratore, gli è detratto dalla busta-paga.


Secondo le regole applicate nel 2009, il datore di lavoro ha dovuto riversare complessivamente all’INPS una quota di contributi previdenziali pari al 25,72% del compenso lordo riconosciuto al lavoratore non iscritto ad altre forme pensionistiche obbligatorie, e al 17% in caso opposto; nel 2010, però, tali aliquote aumenteranno entrambe di un punto percentuale.

L’aliquota dei contributi, infatti, è andata crescendo negli anni al fine di consentire una pensione più dignitosa agli iscritti alla Gestione Separata. Essa resta, tuttavia, ancora modesta rispetto ai contributi riconosciuti ai lavoratori dipendenti.

Per scaricare l’esempio di contratto in versione PDF clicca su Esempio di contratto a progetto.