studi di settore

Studi di settore 2018, pubblicati i modelli

Arrivano i modelli per gli studi di settore 2018, gli ultimi previsti dato che dal prossimo anno saranno aboliti. Intanto l’Agenzia ha pubblicato sul sito i 193 modelli che i professionisti interessati dovranno presentare insieme alla dichiarazione Redditi 2018 entro il 31 ottobre.

studi di settore

A partire dal 2019 gli studi di settore saranno aboliti e saranno sostituiti dagli indici di affidabilità  fiscale, ISA, che entreranno in vigore fra due anni per lasciare spazio a un prima fase di transizione. 

Modello F24 EP da scaricare

-commercialista

Il modello F24 EP (“Enti Pubblici”) viene utilizzato dagli enti pubblici sottoposti ai vincoli del sistema di tesoreria unica dello Stato (amministrazioni centrali dello Stato e enti individuati dalle tabelle A e B allegate alla Legge n. 720/1984) per il pagamento delle ritenute alla fonte, dell’Irap, delle ritenute Irpef e delle relative addizionali regionali e comunali.

Il modello F24 EP viene inoltre utilizzato per altre tipologie di pagamento, anche da parte di soggetti diversi da quelli sopra indicati.

Modello F24 semplificato

Attraverso apposito provvedimento l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello F24 semplificato utilizzabile a partire dal 1° giugno 2012, giorno in cui verrà  definitivamente soppresso il modello F24 predeterminato.

Tale modello, che si va quindi ad aggiungere al modello F24 tradizionale e al modello F24 compilabile, risponde all’esigenza di agevolare gli adempimenti dei soggetti chiamati ad effettuare alcune tipologie di versamenti a favore dell’Erario, delle Regioni e degli Enti locali. Esso si compone infatti di un’unica pagina, inoltre si presta anche alla postalizzazione da parte dei Comuni delle richieste di pagamento dell’Imu e permette agli operatori di risparmiare sulla carta e sull’archiviazione.

Nuovo modello Iva 26, disponibile bozza e istruzioni

Sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate èstata pubblicata la bozza del nuovo modello Iva 26 e le relative istruzioni per la compilazione, da inviare esclusivamente per via telematica ai fini della liquidazione dell’Iva da parte di quelle società  controllate o controllanti che desiderano recuperare le eccedenze di credito mediante la compensazione di debiti e crediti che risultano dalle liquidazioni e dalle dichiarazioni delle stesse società .

Lo stesso modello verrà  utilizzato oltre che per aderire alla speciale procedura di liquidazione dell’Iva anche per comunicare eventuali variazioni sopraggiunte dopo la presentazione dell’adesione.

Intrastat: troppe incertezze, niente sanzioni

Nonostante le scadenze ormai agli sgoccioli, gli operatori economici navigano ancora nel buio pi๠totale per quanto riguarda gli obblighi Intrastat 2010, ossia l’invio degli elenchi riepilogativi degli acquisti e cessioni comunitari di beni e servizi.

Il decreto legislativo di recepimento delle novità  comunitarie, infatti, èstato emanato dal Governo lo scorso 22 gennaio (in notevole ritardo), e ancora non èstato pubblicato in Gazzetta Ufficiale; e fino a quando la pubblicazione non sarà  avvenuta, gli organi competenti non potranno varare gli attesissimi provvedimenti attuativi.