imposte, legge di bilancio tasse, Aumento delle tasse nel 2012

Cartelle di pagamento, quando diventano nulle

La cartelle di pagamento? Possono essere considerate nulle le cartelle di pagamento nelle quali non venga indicato il criterio di calcolo degli interessi. In questo caso il debito notificato dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione puಠanche essere del tutto annullato.

legge di bilancio tasse, Aumento delle tasse nel 2012

Affinchè la cartella debba essere regolarmente pagata, ènecessario che nella cartella vengano indicati una serie di elementi indispensabili.

Devono essere indicati quindi all’interno della cartella:

DDL annullamento cartelle Equitalia in discussione al Senato

La Cassazione rigetta ricorso Equitalia sulle cartelle di pagamento

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di Equitalia rispetto alle cartelle esattoriali che sono prive di un’adeguata motivazione ribadendo che se sono cosଠfatte, sono da considerare nulle. L’ordinanza che lo ribadisce èquella emessa dalla sesta sezione civile della Corte di  Cassazione n. 374 del 13 gennaio 2015. Entriamo nei dettagli. 

equitalia

Equitalia – Novità  sulle rateizzazioni delle cartelle in arrivo dal 2015

Nel corso dell’estate 2014 èstato possibile assistere ad un fenomeno del tutto particolare in merito al pagamento delle tasse in Italia. Si èassistito ad un vero e proprio boom di richieste di rateizzazioni delle imposte previste al fisco, per mezzo della società  di recupero crediti che si occupa da diverso tempo della riscossione. Stiamo parlando di Equitalia, che in un solo mese ha ricevuto il doppio delle domande di rateizzazioni ricevuto nel corso dell’anno. 

equitalia

Equitalia – Boom di richieste di rateizzazioni anche per le imprese

Il mese di luglio 2014 per il fisco italiano èstato caratterizzato da un fenomeno che solo in parte si era verificato nei mesi passati. Si èavuto un incremento record delle richieste di rateizzazioni da parte di coloro che avevano debiti in sospeso con Equitalia, la società  di recupero crediti che lavora in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e con molti altri enti pubblici italiani. 

Reti amiche per le cartelle di pagamento

Il progetto “Reti Amiche”, avviato da qualche anno, prevede la progressiva estensione dell’erogazione dei servizi pubblici da parte di soggetti privati abilitati e convenzionati. Lo scopo èquello di favorire il cittadino, dandogli maggiori possibilità  di chiedere e ottenere servizi senza spostarsi troppo lontano da casa. Al momento sono circa sessantamila gli esercenti che, a vario titolo, hanno aderito al progetto.