Cedolare secca, ammessa per affitto commerciale e artigianato 

di Fabiana Commenta

 

Concesso l’uso della cedolare secca per l’affitto di un negozio da parte di un soggetto che svolge attività commerciale, o di una bottega da parte di un artigiano: un chiarimento che arriva da parte dell’Agenzia delle Entrate che precisa quanto contenuto nella norma inserita nella legge di Bilancio 2019.

affitti, cedolare secca,

Con la Risoluzione 50/2019, l’Agenzia chiarisce che la nuova norma estende la cedolare secca anche ai contratti relativi ad immobili commerciali di categoria C1, praticamente negozi e botteghe.

Il canone di locazione relativo ai contratti stipulati nell’anno 2019, aventi ad oggetto unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1, di superficie fino a 600 metri quadrati, escluse le pertinenze, e le relative pertinenze locate congiuntamente, può, in alternativa rispetto al regime ordinario vigente per la tassazione del reddito fondiario ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, essere assoggettato al regime della cedolare secca, di cui all’articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, con l’aliquota del 21%.

E’ quanto stabilito dal comma 59 della legge 145/2018 che conferma come l’estensione valga anche nel caso in cui il locale sia poi effettivamente adibito all’attività commerciale introducendo l’uso della cedolare secca anche per negozi e attività dopo che la cedolare era stata riservata solo ed esclusivamente agli spazi abitativi.

Il chiarimento, arrivato per la norma inserita nella legge di bilancio 2019, è relativo alla locazione di immobili di categoria catastale C/1, come negozi e botteghe vale a dire locali per attività commerciale di vendita o rivendita di prodotti. Restano invece ancora esclusi dalla cedolare secca, gli immobili ad uso uffici o studi privati (che rientrano nella categoria catastale A/10).

Il contratto deve essere stato però stipulato nel 2019 e se il contratto è stato firmato nel 2019, ma c’era già al 15 ottobre 2018 un contratto non scaduto fra i due contraenti, interrotto in anticipo rispetto alla scadenza naturale, la cedolare secca non potrà essere applicata perché in sostanza non si può cambiare un contratto precedente per applicare dal 2019 la cedolare secca.

 

CEDOLARE SECCA, ESTESA ANCHE AI NEGOZI?

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>