Rivoluzione del bollo auto, diventa a consumo?

di Fabiana Commenta

Rivoluzione in vista per il bollo auto che potrebbe presentare sostanziali novità: in pratica la tassa regionale di proprietà della vettura potrebbe radicalmente cambiare e diventare a consumo a partire dal 2019. 

Sarebbe questa la proposta avanzata dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, una sorta di riforma del bollo che andrebbe ad essere calcolato in base all’uso che si fa dell’auto. 

In occasione di un incontro sul miglioramento della qualità dell’aria a Roma, il Ministro ha annunciato di voler promuovere “una proposta per l’aggiornamento delle tasse automobilistiche utilizzando il criterio del bonus malus”, che prevedano incentivi e penalizzazioni. Il malus scatta se l’auto, vecchia, inquina molto di dovrebbe pagare pertanto una tassa più alta al contrario di un bonus per l’auto non molto inquinante che potrebbe godere di un importo più basso. 

In pratica “più inquini, più consumi, più paghi di bollo” e viceversa per cui se la proposta del Ministro dovesse avere seguito ci troveremmo di fronte al nuovo bollo che verrebbe parametro in base alle emissioni di anidride carbonica e di conseguenza in base ai consumi effettuati. 

Non sono stati forniti al momento ulteriori dettagli, ma è anche vero che la riforma potrebbe scattare in due direzioni diverse: più emissioni di anidride carbonica, più alta la tariffa oppure più carburante si consuma, più caro diventa il bollo auto. 

A partire dal 2006 il bollo già è cambiato in base classificazione euro4, euro 5 o euro 6 del veicolo, ma è pur vero che il sistema indicato dal Parlamento europeo prevede dei rilevatori della produzione di anidride carbonica installati a bordo di ogni veicolo. 

Se invece si andasse a calcolare il consumo reale, allora questo consentirebbe a chi possiede un’auto, ma non la usa praticamente di non pagare nulla costringendo gli automobilisti che usano molto l’auto a sostenere il pagamento più alto del bollo. 

 

EMILIA ROMAGNA, ESENZIONE PER IL BOLLO AUTO CON LE IBRIDE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>