Home » INPS, assistenza fiscale per la verifica dei conguagli fiscali

INPS, assistenza fiscale per la verifica dei conguagli fiscali

Spread the love

Prosegue il servizio di assistenza fiscale per i contribuenti avviato dall’INPS per la  verifica dei conguagli fiscali risultanti dal modello 730/4 in cui èstato indicato l’Istituto come sostituto d’imposta. Lo conferma l’INPS con il Messaggio n. 2652/2019 spiegando che si tratta di un servizio che consiste nella verifica dei conguagli contabili inviate all’INPS dal soggetto che ha gestito la dichiarazione ed i relativi esiti.

inps, naspi 2017

Nel Messaggio l’INPS ricorda anche che il conguaglio contabile viene direttamente inviato all’Istituto dai soggetti, che gestiscono le dichiarazioni o l’Agenzia delle Entrate, nel caso di utilizzo di dichiarazione precompilata o il CAF, associazioni o professionisti abilitati, in caso di presentazione del modello cartaceo ad intermediario.

Come verificare i conguagli 

I conguagli possono essere controllati e verificati direttamente accedendo dal sito INPS tramite il servizio “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”. 

Ma che cosa possono controllare direttamente i contribuenti?

àˆ possibile poter verificare l’avvenuta ricezione da parte dell’Istituto delle risultanze contabili: all’interno sarà  anche possibile poter visionare i relativi importi e il nome del soggetto che ha effettuato l’invio.

àˆ possibile anche visionare la conferma che i conguagli relativi alle risultanze contabili verranno effettuati sulle prestazioni istituzionali. 

Infine èpossibile poter verificare il diniego, con restituzione della dichiarazione 730/4: caso che si verifica se non sussiste il rapporto di sostituzione o con trattenute o rimborsi che sono stati effettuati mensilmente sulle prestazioni erogate dall’INPS, in applicazione delle risultanze del modello 730/4.

Attivo a partire dal 15 luglio, il servizio consente ai contribuenti di effettuare online la richiesta di annullamento e/o di effettuare la variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o Cedolare Secca entro e non oltre il 30 settembre 2019.  

INPS, COME GENERARE IL PIN AUTOMATICO 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK