Quali sono i Paesi ‘black list’?

di Giuseppe Aymerich 2

Esiste una confusione enorme su quali siano i Paesi “black list”..

Esiste una confusione enorme su quali siano i Paesi “black list”.

Moltissimi contribuenti sono convinti che si tratti solamente di sconosciuti atolli sperduti ai Caraibi o nell’oceano Pacifico; in realtà, fra di loro sono inclusi perfino Stati che confinano direttamente con la nostra Repubblica, nonché nazioni aderenti all’Unione Europea.


La comunicazione che partirà da luglio, perciò, riguarderà una platea enorme di contribuenti italiani e niente affatto una ristretta cerchia, al contrario di quanto è facile pensare. È quindi indispensabile che tutte le imprese e i professionisti italiani, direttamente o mediante il commercialista di fiducia, predispongano le rispettive organizzazioni al più presto per rilevare senza fallo tutti gli acquisti e le cessioni di beni e di servizi che andranno comunicati fra pochi mesi (a pena di sanzioni molto salate).

In verità, buona parte della colpa è del legislatore. Forse non tutti sanno, infatti, che di “black list”, ossia di elenchi di territori indicati come paradisi fiscali, ne sono state emanate diverse negli anni, per scopi diversi, e fra di loro non c’è affatto coincidenza.


D’altronde, uno stesso Paese può modificare negli anni la propria legislazione fiscale e quindi essere aggiunto o depennato dalle black list con il passare degli anni, o può risultare “black” per certi frangenti e trasparente per altri.

Le istruzioni ministeriali al modello di comunicazione delle operazioni intercorse con soggetti residenti negli Stati “black list”, purtroppo, si limitano a fare un generico riferimento a due decreti ministeriali in materia, pubblicati rispettivamente il 4 maggio 1999 e il 21 novembre 2001; d’altro canto, anche la legge istitutiva del nuovo obbligo non diceva niente di più preciso.
Tocca dunque al singolo contribuente andare a spulciare i testi dei due decreti ministeriali e rintracciare le nazioni che lo possono riguardare.

Commenti (2)

  1. io penso che con tutte scadenze fiscali non se ne stia capendo piu nulla parlo cosi perche lavoro in uno studio commercialista e diciamo che noi dipendenti stiamo impazzendo
    NON SE NE PUO PIU NON VI E’ BASTATO GLI ELENCHI INTRAUE ANCHE LA BLACK LIST….. MA PER FAVORE TROVATE UN METODO MIGLIORE PER SPECULARE A DESTRA E SINISTRA NO FACENDO IMPAZZIRE I COMMERCIALISTI E I CLIENTI DEI COMMERCIALISTI
    SALUTI A TUTTI
    STELLA

  2. Vale tutto quello che ha scritto Stella e se non bastasse aggiungo che è SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO.

Rispondi