Multe, da oggi arriva la stangata sulle tariffe

di Fabiana Commenta

Pessime notizie per gli automobilisti che a partire dalla giornata del 10 giugno si ritroveranno a dover far fronte agli aumenti delle spese di notifica delle contravvenzioni stradali recapitate da Poste Italiane: le tariffe degli atti giudiziari passano da 6,80 euro e 9,50 euro.

  Poste

A partire dal 10 giugno 2019, in linea con le modifiche recentemente apportate alla Legge 890/1982 e con le Delibere attuative dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in tema di notifiche a mezzo del servizio postale, varieranno le condizioni di offerta del Servizio Atto Giudiziario di Poste Italiane per la c.d. “forfettizzazione del corrispettivo CAN e CAD nella tariffa Atto Giudiziario (AG). 

Al fine di una complessiva ottimizzazione del servizio erogato  per i clienti che affrancano in applicazione di contratti di durata (c.d. clienti contrattualizzati), quali la SMA, la MAAF, Affrancaposta, il Conto di Credito e Posta Easy, i corrispettivi dovuti per le attività di postalizzazione e notifica dell’Atto Giudiziario e delle comunicazioni connesse dovranno essere corrisposti con nuove tariffe. Alle vigenti tariffe dell’atto giudiziario sarà applicato un importo aggiuntivo forfettario (pari a 2,70 euro) per le spese relative alle Comunicazioni di Avvenuta Notifica (Can) e di Avvenuto Deposito (Cad) eventualmente emesse ai sensi degli artt. 7 e 8 della legge 890/1982 e sinora addebitate al momento della restituzione dell’avviso di ricevimento cd. 23L. 

Questo è quanto si legge nel comunicato che annuncia gli aumenti. 

In pratica per la spedizione per gli invii fino a 20 grammi (comprensivo della quota forfettaria di Can e Cad) si passa da 6,80 euro a 9,50 euro e lo stesso importo potrà essere soggetto a revisioni annuali. 

Non solo: oltre alle sanzioni previste dalle singole normealle spese di postalizzazione, vanno anche aggiunte le spese procedurali e di accertamento ai sensi dell’art. 201 del codice della strada. 

 

L’Asaps, l’associazione dei sostenitori e degli amici della polizia stradale spiega che in alcune città l’importo potrebbe anche arrivare a un aumento compreso tra i 18 – 20 euro rispetto alla sanzione. 

GUIDA CON LO SMARTPHONE, ARRIVA LA MAXI MULTA

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>