Equitalia, arriva il piano di rimborso

di Fabiana Commenta

Con la richiesta della rottamazione agevolata delle cartelle Equitalia, è arrivato anche il momento di ricevere il piano di rimborso delle somme dovute all’ente di riscossione.

equitalia, bollo auto, proroga

La comunicazione potrà arrivare tramite posta raccomandata e per chi ha effettuato specifica richiesta sul modulo di adesione, può arrivare tramite posta elettronica certificata  all’indirizzo di pec. A partire da oggi, 16 giugno la copia della comunicazione stessa sarà disponibile anche nell’area riservata del portale www.gruppoequitalia.it.

Nel momento in cui arriva la comunicazione, Equitalia informerà il contribuente circa l’esito della sua richiesta che potrà essere accolta o eventualmente rigettata. Saranno comunicati anche i carichi di debiti che non possono rientrare nella richiesta della definizione agevolata, gli importi da pagare, la data o le entro cui effettuare il pagamento. La comunicazione conterrà anche i bollettini di pagamento in base alla scelta precedentemente effettuata al momento della compilazione del modulo DA1 e il modulo per l’eventuale addebito sul conto corrente.

Ricordiamo che è possibile pagare con i bollettini RAV precompilati  inviati da Equitalia nella comunicazione, ma anche presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 S.p.a., tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale di Equitalia e con l’App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa e direttamente ai presso gli sportelli Equitalia.

Al momento della richiesta della rottamazione si può scegliere fra il pagamento in un’unica soluzione oppure a rate, da 1 fino a un massimo di 5. In ogni caso il pagamento della prima rata è fissata al 31 luglio 2017 mentre in caso di rateizzazione il 70% del dovuto sarà pagato nell’anno 2017 e il restante 30% nell’anno 2018.

Se sono 5 le rate da pagare, lo scadenze sono relative  luglio 2017 (24% del dovuto), settembre 2017 (23% del dovuto), novembre 2017 (23% del dovuto), aprile 2018 (15% del dovuto) e settembre 2018 (15% del dovuto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>