Jobs Act autonomi, i dettagli della nuova legge

di Emma Commenta

È ufficiale: la pubblicazione in Gazzetta ufficiale rende legge il Jobs Act autonomi introducendo nuove garanzie e nuove tutele anche a chi svolge un lavoro autonomo e il lavoro agile.

Il Jobs act autonomi introduce nuove tutele per professionisti e autonomi: vediamo quali.

jobs act

Vengono introdotti contratti al riparo dalle clausole abusive che vanno a disconoscere clausole che attribuiscono al committente la facoltà di modificare unilateralmente le condizioni del contratto, ma anche di recedere da esso senza il giusto preavviso e le clausole con le quali le parti concordano termini di pagamento superiori a 60 giorni dalla data del ricevimento da parte del committente della fattura o della richiesta di pagamento. 

Vendono riconosciute le spese di formazione deducibili per l’aggiornamento professionale entro il limite massimo di 10 mila euro all’anno includendo anche le spese per i master, corsi di formazione, costi di iscrizione a congressi e convegni, spese di viaggio, spese di viaggio, vitto e alloggio.

Anche i professionisti potranno usufruire della possibilità di partecipare a bandi e ad appalti pubblici italiani ed esteri per incarichi di consulenza o ricerca.

Maternità e malattia vengono parificate: ciò significa che con la nuova legge anche le lavoratrici autonome iscritte alla gestione separata avranno la possibilità di poter avere l’indennità di maternità per i due mesi antecedenti e i tre mesi successivi al parto. Gravidanza, malattia e infortunio dei lavoratori autonomi che prestano la loro attività in via continuativa per il committente non comportano neppure la fine del rapporto di lavoro che può continuare (anche senza corrispettivo economico) a un periodo non superiore a 150 giorni per anno solare.

La legge regolamenta anche lo smart working, la modalità flessibile per lo svolgimento delle mansioni di lavoro, anche fuori delle strutture aziendali e con l’uso di strumenti tecnologici: il lavoratore ha diritto allo stesso trattamento economico e la stessa copertura assicurativa riconosciute agli altri dipendenti che svolgono le loro mansioni all’interno della stessa azienda. Allo smart working si accede tramite accordo scritto di entrambe le parti.

 

photo credits | thinistock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>