Start up e imprese, come partecipare al finanziamento 

Come finanziare le start up e le imprese italiane? La soluzione arriva dall’associazione no profit Start Italy che propone di poter aiutare le startup nostrane puntando sui centesimi lasciati in tabaccheria e con la prospettiva di raccogliere un fondo che potrà  arrivare a un miliardo di euro in tre anni.

 

A partire dal 1 maggio infatti èpossibile poter raccogliere in oltre 56mila punti vendita di tutto il Paese le monetine da 1, 2 e 5 centesimi, monete che molti italiani considerano inutili, ma che rappresentano una risorsa per i giovani imprenditori. 

voucher, impresa digitalizzazione, regioni, finanziamenti, start up, Nuova Sabatini

Nuova Sabatini, come chiedere il finanziamento

àˆ meglio conosciuta come Nuova Sabatini, ma si tratta in effetti della misura Agevolazioni Beni strumentali indetta dal Ministero dello Sviluppo Economico che comunica che al momento sono ancora disponibili ben 320 milioni di euro, pari al 25% delle risorse totali messe a disposizione.

àˆ bene ricordare che si tratta di fondi che saranno disponibili fino a esaurimento.

voucher, impresa digitalizzazione, regioni, finanziamenti, start up, Nuova Sabatini

Fino a questo momento, a un anno di distanza dall’apertura della richiesta del finanziamento, le piccole e medie imprese hanno richiesto già  950 milioni di euro che sono stati re-investiti nell’acquisto di macchinari e di nuovi impianti. 

Finanziamenti imprese per attività  ordinaria

Con la crisi finanziaria ed economica sempre pi๠imprese, per quel che riguarda l’accesso al credito, hanno bisogno di liquidità  al fine di poter gestire quella che quotidianamente èl’attività  aziendale ordinaria. Questo bisogno di denaro fresco a sostegno dell’attività  imprenditoriale arriva anche da aree produttive importanti come quella di Varese, dove la Camera di Commercio locale nel 2011, a favore delle imprese varesine, ha erogato contributi per complessivi 4,4 milioni di euro.

Le imprese beneficiarie sono state quasi mille e duecento con prevalenza di accesso ai contributi proprio per bisogni di liquidità  direttamente collegati all’attività  aziendale ordinaria.

Finanziamenti Banca CR Firenze per le PMI

Un plafond pari a ben 1 miliardo di euro da destinare allo sviluppo delle piccole e medie imprese sul territorio. E’ questo l’accordo, peraltro rinnovato, che èstato siglato dalla Banca CR Firenze, appartenente al Gruppo bancario Intesa Sanpaolo, e dall’Unione Industriale Pratese.

A sostegno del sistema produttivo nella Regione Toscana l’accordo prevede non solo il sostegno di natura finanziaria, ma anche una collaborazione banca-impresa attraverso l’attivazione di nuovi canali di ascolto e di dialogo.