Mensilizzazione 770 nel 2011 in via sperimentale

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, nel corso del suo intervento al Forum Lavoro, ha spiegato che la mensilizzazione subirà  un ulteriore rinvio in quanto nel corso del 2011 sarà  adottata solo in via sperimentale.

La mensilizzazione, ricordiamo, èil nuovo adempimento previsto dalle legge n. 244 del 2007 volta alla semplificazione della fornitura dei dati fiscali da parte dei sostituti d’imposta e consiste semplicemente in una comunicazione mensile, che andrebbe cosଠa sostituire quella annuale, relativa ai dati retributivi, alle ritenute fiscali, al conguaglio delle retribuzioni dei lavoratori, all’erogazione delle prestazioni, ecc.

Redditometro pronto a marzo 2011

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, nel corso del suo intervento a margine del convegno di studi sull’integrazione con l’anagrafe tributaria delle banche dati in materia economico finanziaria, ha affermato che il redditometro di seconda generazione sarà  operativo da marzo 2011, confermando l’assenza di ritardi sulla tabella di marcia.

Il nuovo strumento, dunque, sarà  operativo per le dichiarazioni relative all’anno 2009. Al momento, come ha spiegato Befera, si stanno definendo le modalità  di apprezzamento della relazione tra il reddito e le voci indicative di capacità  di spesa sulla base di analisi compiute su campioni significativi di contribuenti differenziati sia per stile di vita che per area territoriale.

Compensazioni IVA, nel 2010 un crollo verticale

A partire dal periodo d’imposta 2010, èconsentito utilizzare liberamente crediti IVA in compensazione con altri debiti d’imposta all’interno del modello F24 esclusivamente entro la soglia di quindicimila euro.
Per poter impiegare crediti di entità  superiore, infatti, occorre presentare nella dichiarazione IVA il visto di conformità , apposto da professionisti abilitati (iscritti in appositi elenchi e dotati di polizza assicurativa dedicata).

Fisco: verso dichiarazioni precompilate e rimborsi veloci

Se il sistema tributario italiano dovrebbe (secondo le intenzioni pi๠volte annunciate dal ministro Tremonti) essere soggetto ad una rivisitazione generale nel prossimo triennio, l’Agenzia delle Entrate comincia a muoversi da sola lungo le direttrici di sua competenza.

Il direttore Attilio Befera, infatti, ha chiarito recentemente le quattro linee-guida che muoveranno l’azione rinnovatrice dell’Agenzia nel corso del 2010, che peraltro portano avanti strade già  tracciate negli anni passati.

Studi di settore lavanderia: la maglia nera va a loro

In occasione di un recente convegno, alla presenza dei rappresentanti delle associazioni imprenditoriali, il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ètornato ancora una volta sullo spinosissimo tema degli studi di settore, che la gran parte degli imprenditori vorrebbe radicalmente riformati quando non soppressi del tutto.

Nell’occasione, Befera (che, anche per il ruolo rivestito, difende il sistema statistico) ha illustrato alcuni risultati riferiti al periodo d’imposta 2007.