Prada, 1.500 euro da spendere in servizi di Welfare

di Fabiana Commenta

Rivoluzione in vista per i quattromila dipendenti del Gruppo Prada che riceveranno entro la fine dell’anno un regalo pari a 1.500 euro da spendere in servizi di Welfare. 

servi iswelfare, reddito di cittadinanza,, carta famiglia, dsu,rei, carta acquisti, sia, social card

I dipendenti italiani dei marchi Prada, Miu Miu e Car Shoe avranno infatti la possibilità di poter trasferire in servizi di welfare il premio di risultato che fino a questo momento è stato erogato in denaro, e pertanto soggetto a tassazione.

Patrizio Bertelli, co-amministratore delegato di Prada, ha voluto in questo modo manifestare la gratitudine per il lavoro svolto da tutti i dipendenti del Gruppo Prada.

Riporta la nota aziendale. 

 

Importante sottolineare che l’iniziativa non rappresenta una tantum, ma una vera e propria anticipazione del nuovo percorso di welfare intrapreso dall’azienda. Questo significa che da questo momento in poi i dipendenti potranno sempre scegliere di convertire il denaro in servizi optando per i trasporti pubblici, teatri, musei, istruzione dei figli, ma anche centri estivi, palestre, cura degli anziani o dei familiari con problemi scegliendo in base alle proprie esigenze. 

 

Se l’azienda dovesse raggiungere i risultati previsti, il dipendente potrebbe anche ottenere un ulteriore bonus del 25% che gli consentirà di raggiungere un pacchetto di benefici di welfare del valore massimo di 1780 euro da spendersi nel benessere delle famiglie dei dipendenti. 

Se la possibilità di convertire in servizi l’incentivo economico di fine anno coinvolgerà tutti i dipendenti del gruppo Prada, 18 stabilimenti produttivi collocati in cinque regioni italiane, sia gli uffici e i negozi, è anche vero che ne beneficeranno soprattutto a livello territoriale, la Toscana, dove è concentrato il nucleo operativo del Gruppo e lavorano oltre circa 2.600 dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>