Navigator, ecco i numeri regioni per regione 

di Fabiana Commenta

Tutto pronto per la selezioni dei 3000 navigator in tutta Italia: saranno loro le figure centrali che dovranno mettere in comunicazione i percettori del reddito di cittadinanza e le richieste di lavoro e di fatto dovranno trovare un lavoro ai disoccupati che percepiscono un reddito. In attesa del bando, il numero dei navigator è stato dimezzato ed è passato da 6000 a quasi 3000 come stabilito dalle Regioni. 

neet, giovani, lavoro, I giovani non siano selettivi nella scelta del lavoro

Ecco tutti i numeri, regione per regione, del fabbisogno territoriale di navigator individuati dal Piano straordinario di potenziamento dei centri per l’impiego e delle politiche attive del lavoro. Il piano ne individua 2.980 in tutta Italia. I navigator sono le nuove figure previste dalla normativa sul reddito di cittadinanza che svolgeranno il compito di i tutor nei centri per l’impiego. Dovranno trovare ai disoccupati le tre offerte adeguate e coerenti previste dal reddito di cittadinanza

Abruzzo: 54 posti

Basilicata: 31 

Calabria: 170

Campania: 471 posti 

Emilia Romagna: 165 posti

Friuli Venezia Giulia: 46 posti

Lazio: 273 posti

Liguria: 66 posti

Lombardia: 329 posti

Marche: 55 posti

Molise: 13 posti 

Piemonte: 176 posti

Puglia. 248 posti

Sardegna: 121 posti

Sicilia: 429 posti

Toscana: 152 posti

Umbria: 33 posti

Valle d’Aosta: 6 posti 

Veneto: 142 posti

Ecco in tanto i requisiti necessari per partecipare alle selezioni. 

Laurea in economia, giurisprudenza, sociologia, scienze politiche, 

psicologia, scienze della formazione, 

Conoscenza dei benefici e dei sussidi di disoccupazione, 

Conoscenza tecnica e giuridica,

Essere un buon orientatore per valutare per competenze tecniche del percettore del reddito, 

Essere in grado di interpretare l’andamento del mercato. 

 

Come anticipato le nuove figure dovranno sostenere un periodo di formazione di almeno 6-8 mesi e poi verranno inseriti con contratto della durata di due anni con uno stipendio annuo di 30mila euro lordi per lavorare all’interno dei centri per l’impiego, le strutture pubbliche  coordinate e sostenute a livello economico dalle regioni. 

NAVIGATOR, IL NUMERO PASSA DA 6000 A 3000 UNITA’

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>