Italiani in vacanza, in partenza 39 milioni 

di Fabiana Commenta

Il maltempo e il clima instabile delle ultime settimane avrà anche in qualche modo penalizzato le prenotazioni che sono partite al rilento, ma la stagione estiva dovrebbe effettivamente partire: sono 39 milioni gli italiani che hanno deciso di andare in vacanza nell’estate 2019 come conferma una recente analisi di Coldiretti/Ixè che conferma sostanzialmente anche l’andamento dei numeri emersi lo scorso anno.

Ma dove vanno in vacanza gli italiani? Continuano a scegliere e a privilegiare l’Italia che resta la destinazione preferita almeno per l’86% della popolazione.

Fra le località, la parte del leone viene affidata al mare, prediletto da 7 italiani su 10 (70%), ma in molti casi gli italiani prediligono anche le città d’arte, la montagna, i parchi e la campagna. La maggioranza degli italiani in viaggio, secondo i dati raccolti dalla Coldiretti, alloggerò nelle case di proprietà, di parenti e amici o in affitto, ma seguono fra le preferenze gli alberghi, i bed&breakfast, i villaggi turistici e gli agriturismi con un  aumento del 3% rispetto allo scorso anno.

Gettonatissimo come sempre anche il mare, ma cominciano ad emergere per gli italiani anche le scelte alternative per conoscere una Italia cosiddetta “minore”: ecco allora che si parte alla scoperta dei parchi, della campagna per arrivare ai piccoli borghi e al turismo enogastronomico in continua crescita. La filiera turistica, secondo l’associazione, è composta da 612mila imprese con oltre 700 mila unità locali, e rappresenta il 10,1% del sistema produttivo nazionale, superando anche il settore manifatturiero e impiegando oltre 2,7 milioni di lavoratori e rendendo il turismo uno dei settori più floridi a livello impiegatizio nazionale.

FEDERALBERGHI, GLI ITALIANI SCELGONO LA VACANZA DI SETTEMBRE

photo credits | instagram  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>