Conto corrente gratuito, come funziona

di Fabiana Commenta

È ufficialmente entrato in vigore lo scorso 20 giugno con il decreto 70 del 3 maggio 2018, ovvero il regolamento attuativo del decreto legislativo n. 37 del 15 marzo 2017 che attua la direttiva europea 2014/92: il conto corrente di base per le fasce più svantaggiate della popolazione non prevede spese o commissioni di alcun genere.

Di fatto, le uniche spese previste, sono relative a un canone annuale che include tutte le spese previste senza altro genere di addebito. 

Inoltre il conto low cost  è totalmente esente dall’imposta di bollo: possono richiederlo i cittadini con Isee in corso di validità inferiore a 11.600 euro e i pensionati con trattamenti che arrivano ai 18.000 euro. 

Tra le operazioni incluse nel conto di base è previsto è anche un numero limitato annuo di prelievi allo sportello, di prelievi ad Atm di banche diverse dalla propria, di versamenti tra contanti e assegni.

I consumatori il cui ISEE in corso di validità è inferiore a 11.600 euro dovranno chiedere l’apertura del conto corrente base dichiarando di non essere essere titolari di altro conto di base. Il conto potrà anche essere cointestato solo ai componenti del nucleo familiare sulla cui base è stato calcolato l’Isee di riferimento. I titolari del conto di base esente da spese dovranno comunicate alla struttura di radicalmente del conto entro il 31 maggio di ogni anno, il proprio Isee in corso di validità.

I pensionati che hanno un importo annuo entro i 18.000 euro dovranno dichiarare per iscritto nella relativa richiesta di non essere titolari di altro conto di base. Anche in questo caso dovranno comunicare al proprio prestatore di servizi di pagamento di radicamento del conto, entro il 31 maggio di ogni anno, l’importo del trattamento pensionistico dell’anno di riferimento cui hanno diritto.

CONTO CORRENTE GRATUITO, COME FUNZIONA?

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>