Invio 730 precompilato errato, cosa fare

di Fabiana Commenta

A partire dal 2 maggio scorso è stato possibile poter modificare il proprio modello 730 precompilato disponibile online dallo scorso 16 aprile. Ma che cosa fare nel caso in cui ci si sia accorti che è stato inviato il 730 precompilato, ma con un errore?

certificazione unica,, modelli 2018, rimborso irpef, tasse, modello 730/2017, spese sanitarie 2017

Non è il caso di disperarsi perché l’Agenzia delle Entrate ha appena chiarito che cosa fare come riportato da Fisco Oggi, canale di comunicazione ufficiale dell’Agenzia. 

Nel caso in cui ci sia sia accorti di aver commesso un errore o diversi errori al momento dell’invio, è possibile poter annullare la dichiarazione precedente e inviare la nuova dichiarazione. Anche in questo caso è necessario procedere all’invio con l’applicazione web utilizzata precedentemente.

La nuova dichiarazione  potrà essere inviata a partire dalla giornata del 28 maggio e fino e non oltre al 20 giugno.

C’è anche da dire che è possibile poter inviare nuovamente la dichiarazione solo una volta per cui è il caso di controllare bene se stavolta ci siano errori. 

Deve essere prima annullato il 730 in modo tale che all’Agenzia delle Entrate non risulti presentata nessuna dichiarazione. Successivamente è necessario trasmetterne una nuova altrimenti la dichiarazione apparirà come omessa.

Dopo il 20 giugno, sarà sempre possibile poter correggere la dichiarazione precedentemente inviata, presentando al Caf o al professionista un 730 integrativo entro e non oltre il 25 ottobre.

L’Agenzia ricorda che il 730 integrativo va presentato solo nel caso in cui si tratti di una dichiarazione a favore del contribuente.

In alternativa si può anche trasmettere, sempre tramite l’applicazione web, un modello Redditi correttivo entro il 31 ottobre ovvero integrativo dopo il 31 ottobre.

 

PRECOMPILATA 2018, DAL 7 MAGGIO COMPILAZIONE ASSISTITA

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Rispondi