Arriva il decreto per la revisione dei regimi contabili delle piccole e micro imprese

di GianniPug Commenta

Si tratta dell'atteso decreto che attua la delega fiscale, il quale è tornato alle commissioni parlamentari per i pareri e poi dovrà avere il via libera definitivo dal Consiglio dei Ministri.

Buone notizie per le piccole e medie imprese sul fronte della semplificazione fiscale, il grande processo di revisione delle pratiche e degli adempimenti che renderà più semplice la vita alle realtà produttive del paese, anche a quelle di più piccola dimensione. A parlarne è il presidente dell’Agenzia delle Entrate, la massima istituzione fiscale, che saluta l’arrivo del nuovo decreto per la razionalizzazione dei regimi contabili. 

agenzia-entrate

Il nuovo decreto, che dovrebbe arrivare a breve, è destinato a contenere le norme di applicazione del modello 730 precompilato, altra grande semplificazione fiscale in vigore a partire dal 2015 nelle dichiarazioni dei redditi di pensionati e lavoratori dipendenti.

Le nuove strategie dell’Agenzia delle Entrate guidata dall’Orlandi

Si tratta dell’atteso decreto che attua la delega fiscale, il quale è tornato alle commissioni parlamentari per i pareri e poi dovrà avere il via libera definitivo dal Consiglio dei Ministri. Il direttore si auspica tuttavia che si possano venire a creare migliori momenti di fiducia e di dialogo tra il fisco e i contribuenti. In tal senso è orientata anche la nuova normativa sui controlli, che non saranno applicate per principio ma con coerenza.

Le nuove strategie dell’Agenzia delle Entrate guidata dall’Orlandi – II

La direttrice dell’Agenzia ha inoltre detto di aver fornito alcuni pareri tecnici sulla possibilità ventilata dal governo Renzi di applicare una tassazione al TFR erogato in busta paga e non più a fine servizio. Su queste rilevazioni sarà poi il governo a fare le proprie scelte. Sembra però comunque da scartare l’idea di una tassazione progressiva di quest’ultimo, perché sarebbe una misura iniqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>