Fine del roaming europeo, come evitare costi extra

di Emma Commenta

Scatta il 15 giugno la fine del roaming europeo: da oggi, chiamate, sms e dati costeranno all’estero esattamente come a casa per tutti coloro che viaggeranno all’interno dei 28 paesi dell’Unione europea, inclusi anche Norvegia, Liechtenstein, Islanda, ma non Svizzera.  Annunciata qualche mese fa dalla Commissione europea e sostenuta dall’Europarlamento, adesso diventa realtà con poche eccezioni che vengono previste per evitare il roaming permanente.

erasmus

In pratica il traffico telefonico verrà contabilizzato come nazionale e scalato direttamente dal proprio credito o in base al proprio abbonamento. In teoria non ci sarebbero limiti temporali, ma si cerca anche di evitare eventuali abusi come potrebbe avvenire utilizzando una sim straniera economica in modo permanente in un Paese dove i prezzi sono maggiori e proprio per questo dal quarto mese potrebbero scattare i controlli su traffico telefonico anomalo.

Se ciò avvenisse, l’operatore dovrà avvertire il cliente che avrà a disposizione due settimane di tempo per fornire i necessari chiarimenti: in caso contrario scatterà l’applicazione di un sovraccosto minimo, una sorta di costo all’ingrosso che gli operatori pagano tra di loro per la fornitura dei servizi di roaming pari a 3,2 centesimi al minuto per le chiamate, 1 centesimo per gli sms e 7,7 euro per giga di dati.

L’eventuale sovraccosto potrà però diminuire progressivamente fino a 2,5 euro nel 2022. Anche se extra, si tratta però di un caso inferiore rispetto agli extracosti attuali che sono pari 6,5 volte in meno per i dati. I sovraccosti però potrebbero essere applicati anche anche per alcuni abbonamenti illimitati per i dati a basso costo o per i piccoli operatori virtuali.

I lavoratori transfrontalieri non avranno problemi perché è necessario un aggancio al giorno alla cella del proprio operatore nazionale perché non venga considerato roaming.

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>