Canone Rai, come chiedere l’addebito sulla pensione

di Fabiana Commenta

Si amplia la fasce dei cittadini che vengono esentati dal pagamento del Canone Rai, automaticamente addebitato per nove rate sulla bolletta dell’energia elettrica, ma per i pensionati che continuano a pagare perché non provvisti dei requisiti richiesti (età e reddito annuo), c’è ancora la possibilità di poter richiedere l’addebito sulla pensione come conferma l’Agenzia delle Entrate.

canone rai, richiesta di esonero

L’addebito del canone sulla pensione viene comunque consentito nel caso in cui il reddito familiare non superi i 18mila euro. 

Per chiedere l’addebito sulla pensione dei 90 euro annuali del canone Rai sul rateo della pensione necessario inoltrare domanda entro il 15 novembre dell’anno precedente riferito all’abbonamento: praticamente fino al 15 novembre 2018 sarà possibile fare domanda per l’abbellito sulla pensione del prossimo anno. La richiesta va fatta all’Ente pensionistico e sarà lo stesso Ente a comunicare l’esito al pensionato.

L’Agenzia delle Entrate ricorda che il canone potrà essere rateizzato in 11 mensilità senza interessi, ma il pensionato che effettuala richiesta dovrà avere almeno un reddito inferiore a 18mila euro nell’anno precedente rispetto all’anno in cui la domanda sarà presentata. In pratica rappresenta solo una sorta di alternativa all’addebito diretto in bolletta elettrica: la domanda dovrà essere presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato entro e non oltre il 15 novembre dell’anno precedente a quello del pagamento del canone RAI (qui le modalità previste).

In alternativa è possibile poter contattare il Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile. La domanda può anche essere presentata agli enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici da loro offerti.

RAI, LE NUOVE SOGLIE DI REDDITO PER L’ESENZIONE

punto credits | Rai

Rispondi