Tasse, Imu-Tasi più cara a Roma

di Fabiana Commenta

È Roma la città capoluogo dove si paga il maggior importo di Imu-Tasi con una media di 2.064 euro. 

Questo è quanto emerge da uno studio annuale che è stato effettuato dal Servizio politiche territoriali della Uil in occasione del saldo dovuto entro il 17 dicembre. 

Gli importi più cari si pagano poi a Milano con 2.040 euro medi, Bologna con 2.038 euro in media, Genova con 1.775 euro,  Torino con 1.745 euro.

Le città con importi più bassi si trovano invece ad Asti con un costo medio di 580 euro, Gorizia con 582 euro, Catanzaro con 659 euro, Crotone con 672 euro,Sondrio con 674 euro.

Gli italiani hanno ancora pochi giorni a disposizione per poter versare il saldo Imu-Tasi che ammonterà a circa10,2 miliardi di euro con un importo complessivo a fine 2018 pari a 20,4 miliardi di euro. 

In media nei capoluoghi di provincia l’importo medio per la seconda casa sarà pari a  1.070 euro, 535 euro per il saldo, per toccare i 2000 euro nelle grandi città. 

L’operazione interesserà 25 milioni di proprietari di immobili di cui il 41% del totale sono lavoratori dipendenti e pensionati. 

L’Imu-Tasi sulle prime case di lusso prevede un importo medio di 2.610 euro per arrivare a punte oltre 6 mila euro.

Il rapporto conferma invece che sono circa 3,5 milioni i proprietari di prima casa che pagheranno l’Imu-Tasi sulle seconde pertinenze come garage o cantina con un costo medio di 56 euro e punte di 110 euro all’anno. 

In Italia sono in totale 480 i comuni che vanno ad applicare la maggiorazione tasi sulle seconde case con un massino dell’0,8 per mille di cui 18 città sono capoluogo. 

IMU E TASI NON VERSATE, ECCO LE SANZIONI

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>