Rottamazione cartelle Equitalia, arriva il piano di rimborso

di Fabiana Commenta

Se siete tra quelli che avete aderito alla rottamazione delle cartelle Equitalia, sappiate che sta per scattare la seconda fase del piano. Dopo aver aderito alla rottamazione, adesso spetta ad Equitalia inviare ai contribuenti il piano di rimborso per dire definitivamente addio alle liti con il fisco.

Dal giorno venerdì 16 giugno saranno disponibili all’interno del portale di Equitalia, nell’area riservata, tutte le informazioni necessarie, vale a dire la copia della comunicazione, le informazioni sull’accoglimento o l’eventuale rigetto dell’adesione (perché Equitalia ha il potere di rigettare la richiesta) e, cosa più importante, il piano di rimborso previsto.

Il piano di rimborso diversi importi da pagare (divisi in 5 rate o in rata unica in base alla propria scelta), le date di versamento, i bollettini di pagamento in caso di rata unica, o i bollettini di pagamento in caso di pagamento rateizzato, modulo per l’eventuale addebito sul conto corrente.

Saranno 5 le possibili tipologie di comunicazioni che potrete ricevere direttamente da Equitalia:

1. AT – Buone notizie per voi – accoglimento totale della richiesta: avete un un importo da pagare per i debiti “rottamabili” e non avete nulla da pagare per eventuali debiti non “rottamabili”;

2. AP – Accoglimento parziale della richiesta: sia per i debiti “rottamabili” che per quelli non “rottamabili”, avete un importo da pagare;

3. AD – Sia per i debiti “rottamabili” che per gli eventuali debiti non “rottamabili” non dovrete pagare nulla;

4. AX – Per i debiti “rottamabili” non dovrete pagare nulla mentre avete un debito residuo da pagare per i debiti non “rottamabili”;

5. RI – Cattiva notizie in arrivo. In questo caso,infatti, la sentenza è senza ritorno – Rigetto: i debiti che hai indicato nella dichiarazione di adesione non sono “rottamabili” e hai quindi un importo da pagare.

Sarà possibile regolarizzare la posizione presso la propria banca, presso gli sportelli bancomat (ATM) degli istituti di credito che hanno già aderito ai servizi di pagamento CBILL, con il proprio internet banking, agli uffici postali, in tutti i tabaccai aderenti a ITB e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale e con l’App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa e direttamente agli sportelli Equitalia.

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>