Superbollo auto e accise benzina frenano mercato quattro ruote

Da parecchi mesi a questa parte i prezzi delle auto nuove in commercio non hanno fatto registrare aumenti rilevanti; anzi l’unico vero aumento èstato quello legato all’aumento dell’aliquota Iva ordinaria, dal 20% al 21%, che èntrato in vigore il 17 settembre del 2011. Per il resto le case automobilistiche, tra incentivi interni e promozioni, propongono le auto ai clienti a prezzi interessanti.

Pur tuttavia il problema oramai per le auto non èl’acquisto ma il loro mantenimento visto che l’Rc auto ècara, la benzina aumenta con l’inasprimento delle accise, cosଠcome con il superbollo le vetture pi๠potenti sono soggette ad una ulteriore sovrattassa.

Immatricolazioni auto EU maggio 2011

Sono decisamente positivi i dati che arrivano dall’associazione europea dei produttori di auto che vede il mercato delle auto nell’Europa formata dai 27 stati membri in deciso e forte aumento del mese di maggio 2011.

Secondo l’Acea infatti l’aumento delle immatricolazioni delle auto nel mese di maggio 2011 èstato del 7,1% attestandosi poco sopra l’1,2 milioni di veicoli venduti. Se invece l’analisi viene effettuata in un range pi๠ampio che comprende l’Intera Europa Continentale ovvero i 27 stati membri + EFTA l’aumento èstato del 7,6% con 1,252 milioni di unità  vendute.

Produzione industriale in crescita ad agosto

Nel mese di agosto 2010, i calcoli sulla produzione industriale in Italia sono sbalorditivi; i dati differiscono leggermente a seconda di chi ha compiuto l’analisi (dall’ISAE al Centro Studi di Confindustria), ma sono comunque largamente positivi.

Non bisogna farsi eccessive illusioni poichè agosto èun mese particolarissimo (molte aziende chiudono per ferie o comunque rallentano la produzione, perciಠi dati sono inevitabilmente sfasati), ma, anche facendo la tara sui giorni di effettiva apertura, un margine ampiamente positivo rimane.

Mercato delle auto in crescita

bonus-rottamazione

Missione compiuta titola oggi Il Sole 24 Ore in vista dei dati relativi all’andamento del mercato delle auto in crescita in Italia. Il mercato delle auto in Italia il mese di marzo, grazie agli ecoincentivi promossi dal governo, ècresciuto timidamente dello 0,24%.

Gli italiani hanno sfruttato l’ecobonus e hanno preferito acquistare auto provenienti dalla produzione italiana come Fiat, Alfa e Lancia snobbando le immatricolazioni delle auto straniere.

Arriva la tassa sulle auto di lusso

Bugatti veyron

E’ una manovra da 500 milioni di euro quella annunciata dal ministro per lo sviluppo Claudio Scajola che va ad aiutare il settore delle auto in forte crisi che ha detta del presidente di Confindustria Marciegaglia offre lavoro a 300.000 persone tra dipendenti diretti e dell’indotto.

La manovra prevede un aumento del bonus per l’acquisto di una macchina ecologica fino a raggiungere i 1400/1500 euro in caso di rottamazione di autovetture pi๠vecchie del 1999. Non èspecificata alcuna tassa per chi possiede una macchina di lusso, ma il ministro Scajola ha parlato di un malus di 500 euro per coloro che possiedono un’auto di grossa cilindrata quindi inquinante.