Manovra 2010: cambiamenti per dipendenti e dirigenti statali

Come i mass-media hanno ampiamente chiarito, èla categoria dei lavoratori statali quella che pi๠di ogni altra subirà  i sacrifici imposti dalla manovra economica primaverile; le direttrici della manovra sono numerose e occorre darne conto in maniera sintetica.

Innanzitutto, èstabilito che per i prossimi tre anni si avrà  il congelamento dei contratti in essere (quattro per i dirigenti). Cancellate, dunque, le prospettive di rinnovo contrattuale ormai in arrivo, per le quali si prevedeva un aumento degli aggravi per le casse pubbliche di oltre cinque miliardi l’anno.

Premi di produttività  per i dipendenti pubblici

Fra gli effetti pi๠noti della riforma Brunetta della Pubblica Amministrazione, vi èl’introduzione di un sistema retributivo largamente influenzato dalla meritocrazia.

I premi di produttività  saranno attribuiti in busta-paga, in soluzione unica, ogni anno. I dettagli della tempistica saranno stabiliti dalle singole amministrazioni, ma nel complesso nei primi mesi dell’anno successivo i pi๠meritevoli dovrebbero ricevere la propria quota di premio insieme al normale stipendio.

Nel febbraio o marzo 2011, dunque, dovremmo avere l’erogazione dei premi riferiti al 2010, che sarà  il primo anno soggetto a valutazione.

Class action nel settore pubblico

brunetta

Il Consiglio dei Ministri ha varato in forma definitiva il decreto legislativo che regola la proposizione di azioni collettive (la famosa “class action”) a fronte di inefficienze della Pubblica Amministrazione.
L’iter èstato lungo e travagliato, ma finalmente sono stati esauriti tutti i passaggi. La nuova legge manifesterà  i suoi effetti, dunque, a partire dal prossimo primo gennaio.

La causa scatenante della class action èdata da una violazione da parte di enti, uffici o singoli funzionari pubblici: puಠessere costituita dalla carente o errata applicazione di una legge, dalla mancata emanazione di un atto d’ufficio, dalla trasgressione alle carte dei servizi o agli standard qualitativi predefiniti per quell’ente dalla riforma Brunetta, ecc.