Comproprietà  e condominio

Succede spesso che pi๠soggetti siano titolari del diritto di proprietà  su uno stesso bene; pi๠correttamente, ognuno di loro èproprietario, in forma esclusiva e indipendente dagli altri, di una quota del complessivo, e sulla propria quota puಠesercitare tutti i poteri che la legge garantisce ai titolari del diritto di proprietà .

Diritto di proprietà 

La proprietà  non èsolo la principale dei diritti reali, ma ècerto uno dei diritti pi๠importanti del nostro ordinamento, tutelata anche dalla Costituzione.

Ma cosa si intende, esattamente, con “proprietà â€? Possiamo definirla come il diritto di godere di un dato bene; questo significa il potere tutelato dalla legge di impiegare e consumare il bene, di spostarlo, di dividerlo, di cederlo o donarlo a terzi, perfino di distruggerlo o lasciarlo inutilizzato.

Il godimento sul bene avviene in maniera piena ed esclusiva a favore del proprietario, nei limiti che ci apprestiamo a descrivere.

Casi particolari di rivalutazione di terreni e partecipazioni

Il quotidiano “Il Sole 24 Ore”, andando a spulciare i testi di numerose circolari emanate dall’Agenzia delle Entrate negli anni passati, ha tratto una serie di indicazioni da applicarsi in casi particolari, che si possono ritenere utili anche per la nuova procedura di rivalutazione di terreni e partecipazioni.

Vediamo dunque le situazioni pi๠interessanti e frequenti. Innanzitutto, l’imposta sostitutiva (o la prima rata) va versata entro il 31 ottobre. Cosa avviene se nel frattempo il bene rivalutato èstato ceduto?