polizza, avvocati, come iscriversi albo praticanti avvocati

Compensi agli avvocati, le novità  introdotte

Novità  in vista relativamente alle liquidazioni dei compensi degli avvocati: con pubblicazione in GU del Decreto 8.3.2018 n. 37 entrano in vigore i nuovi parametri di liquidazione dei compensi forensi per l’anno 2018. 

Diverse le novità  che sono state introdotte relativamente ai compensi. Imposti nuovi limiti alla discrezionalità  del giudice che viene ridotta nell’ambito della liquidazione dei compensi con l’apposita introduzione di soglie minime di riduzione rispetto al di sotto delle quali non sarà  possibile poter scendere.

polizza, avvocati, come iscriversi albo praticanti avvocati

Si tratta in effetti di limiti espressi in percentuale e fissati anche in ambito penale: il giudice, in vista delle novità  introdotte dalla nuova normativa, non potrà  discrezionalmente diminuire i compensi in misura non superiore al 50%. 

Studi settore 2013

 tasse e studi di settore

Gli studi di settore permettono di stimare i ricavi o i compensi che possono essere attribuiti al contribuente ma individuano anche le relazioni esistenti tra le variabili strutturali e contabili delle imprese e dei lavoratori autonomi con riferimento al settore economico di appartenenza, ai prodotti e servizi oggetto dell’attività , alla localizzazione geografica e agli altri elementi significativi.

Evasione fiscale fra i consulenti degli enti pubblici

La Guardia di Finanza ha avviato su base nazionale un’indagine che sta conducendo a risultati addirittura stupefacenti. Si tratta dell’enorme settore delle consulenze prestate nei confronti di enti pubblici (dello Stato o a livello territoriale): sono circa centomila i professionisti e gli altri lavoratori autonomi interessati dalla verifica.

Compensi per amministratori indeducibili

Passerà  probabilmente agli annali come la sentenza dell’anno in materia di diritto tributario. Si tratta dell’ordinanza n. 18702/2010 della Corte di Cassazione, che ha scatenato un autentico putiferio fra gli addetti ai lavori.

L’Agenzia delle Entrate contestava ad una società  di capitali la deduzione dei compensi erogati agli amministratori in un dato periodo d’imposta piuttosto che nel successivo, con tutte le relative conseguenze in termini di debiti d’imposta.

Accertamenti bancari, onere della prova sul contribuente

Una delle armi pi๠potenti a disposizione dell’Amministrazione Finanziaria per colpire l’evasione fiscale ècontrollare le movimentazioni in entrata o in uscita che avvengono sui conti correnti intestati al contribuente; vale la pena ricordare che l’Agenzia delle Entrate puಠrichiedere e verificare l’estratto conto di qualsiasi rapporto bancario.

Se il contribuente ètitolare di partita IVA, la situazione puಠfacilmente divenire pesante. All’Agenzia, infatti, èriconosciuto dalla legge il potere di considerare ogni versamento su c/c come un ricavo o compenso derivante dall’attività  imprenditoriale o professionale, e ogni prelevamento come una spesa non documentata con cui sono stati acquistati materie o servizi da cui sarebbero successivamente derivati ulteriori ricavi non fatturati.