Credito a consumo, i prestiti online a tasso negativo

di Fabiana Commenta

Al momento si tratta di un progetto pilota, ma presto potrebbe diventare un punto di riferimento utile: parliamo della piattaforma piattaforma online attiva dallo scorso 22 ottobre che consente la ricerca e la richiesta di prestiti personali a tasso negativo. 

spese, istat

Una piattaforma creata da Younited Credit e accessibile esclusivamente sul sito facile.it entro il 30 novembre 2018 che dura poco più di un mese per testare l’interesse dei cittadini.

In sostanza si tratta della prima finanziaria che consente di restituire meno di quanto sia  risorse di quante sono state effettivamente erogate con il prestito personale con i consumatori che potranno contare su un risparmio compreso fra 300 e 500 milioni di euro. Se al momento i consumatori sono abituati a poter chiedere e ottenere un prestito a tasso 0, da adesso in poi la rivoluzione arriva con il fatto che il credito diventa negativo. Inoltre, come spiegato da facile.it non si tratta di un prestito personale che pertanto può essere utilizzato per qualsiasi scopo. 

I prestiti a interesse negativo vengono indicizzati al tasso del -1% (TAEG) e son disponibili solo con tagli da 1000 euro e con un piano di restituzione pari a due anni.

Possono chiedere informazioni e accedere al prestito tutti i lavoratori dipendenti, i lavoratori autonomi, i liberi professionisti, i pensionati, mentre restano esclusi tutti gli utenti che non hanno reddito dimostrabile o che hanno già avuto in passato disguidi finanziari. Obiettivo di Younited Credit è di far conoscere ai consumatori il vantaggio di informarsi in modo autonomo sulle reali possibilità di risparmio che si trovano attualmente sul mercato. 

 

AVVOCATI, PRESTITI AGEVOLATI PER UNDER 35

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>