Chiarimenti Inps addizionale imbarco aeromobili

di Fabrizio Martini Commenta

La circolare Inps n. 112 del 2013 ha chiarito che l'addizionale comunale è da riscuotere ad opera dei gestori dei servizi aeroportuali che la riverseranno all’Inps.

L’istituto nazionale per la previdenza sociale ha diramato una circolare in cui fa chiarezza in merito all’addizionale comunale sui diritti di imbarco dei passeggeri di aeromobili.

Con la circolare Inps n. 112 del 2013 è stata infatti chiarito che l’addizionale comunale è da riscuotere ad opera dei gestori dei servizi aeroportuali che la riverseranno all’Inps.

La circolare dell’Inps numero 112 ha fornito infatti dei chiarimenti in merito alla tassa aeromobili che rappresenta l’addizionale comunale sui diritti di imbarco dei passeggeri di aeromobili. Questa tassazione fu aumentata dalla riforma Fornero nei mesi scorsi, infatti proprio la legge n. 92 del 2012, ossia la legge sul lavoro del 28 giugno 2012, n. 92 intitolata “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita” ha previsto questa nuova addizionale. La legge ha stabilito che da questo anno, a decorrere dal 1° luglio, i diritti di imbarco di passeggeri sono ulteriormente incrementati di due euro per ogni passeggero imbarcato.

La legge ha poi passato la palla alle amministrazioni di ciascun aeroporto, infatti il compito della riscossione dell’incremento dell’addizionale comunale è a carico dei singoli gestori dei servizi aeroportuali.

Essi dovranno provvedere all’incasso secondo le modalità in uso per la riscossione dei diritti di imbarco nei confronti dei vettori aerei. I gestori dei servizi aeroportuali saranno poi tenuti a versare gli importi entro tre mesi dalla fine del mese di competenza dell’obbligo all’istituto nazionale di previdenza sociale. Il testo di legge della Fornero infatti prevede che le somme riscosse dalle società di gestione aeroportuale vanno riversate allo stesso Inps.

Secondo la circolare proprio a partire dalle riscossioni che sono state effettuate nel corso del mese di luglio 2013, la trasmissione di dati dovrà avvenire tramite la procedura Addizionale Passeggeri che è già  presente sul sito internet dell’Inps. Attraverso tale procedura online sarà possibile consultare e modificare le comunicazioni inviate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>