Navigator, come partecipare al concorso 

di Fabiana Commenta

Al via la selezione dei quasi 3000 Navigator che verranno inseriti all’interno del percorso del Reddito di cittadinanza: il bando di Anpal Servizi chiarisce le modalità di selezione delle professionalità che verranno inserite all’interno dei Centri per l’impiego e che verranno assunti fino al 30 aprile 2021. 

Il navigator rappresenta la figura centrale dell’assistenza tecnica che Anpal Servizi fornirà ai singoli Centri per l’Impiego dislocati sul territorio: il bando chiarisce che dovrà occuparsi di:

  • “supportare gli operatori dei CPI nella definizione e qualificazione del piano personalizzato previsto dalla norma”;
  • “svolgere una funzione di assistenza tecnica agli operatori dei CPI impiegati nel supporto ai beneficiari del Reddito di cittadinanza nel percorso di inclusione socio‐lavorativa improntato alla reciproca responsabilità per garantire che il beneficiario porti a termine con successo il programma e raggiunga la propria autonomia”;
  • “supportare i CPI nel raccordo con i servizi erogati dai diversi attori del mercato del lavoro a livello locale o regionale in relazione alle esigenze dei beneficiari, valorizzando tutte le opportunità offerte dai servizi nel territorio ‐ a partire dalle esigenze espresse dalle imprese e dalle opportunità offerte dal sistema di istruzione e formazione ‐ per permettere ai beneficiari di individuare e superare gli ostacoli che incontrano nel percorso verso la realizzazione professionale, l’autonomia economica e la piena integrazione sociale nella propria comunità”;
  • “collaborare con gli operatori dei CPI al fine di garantire la realizzazione delle diverse fasi del processo di servizio previsto dalla norma e assicurare i diritti e i doveri dei beneficiari. I Navigator impegnati nelle attività di assistenza tecnica nelle Regioni saranno preliminarmente coinvolti in un percorso di formazione organizzato da uno specifico staff di ANPAL Servizi S.p.A.”

È previsto un compenso lordo di 27.338,76€ l’anno e 300,00€ lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico (spese di viaggio, vitto e alloggio).

Ecco i requisiti per poter partecipare: 

Laurea magistrale in: 

  • scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S)
  • scienze della politica (LM‐62 o 70/S)
  • scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S)
  • scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S)
  • servizio sociale e politiche sociali (LM‐87)
  • programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S)
  • sociologia e ricerca sociale (LM‐88)
  • sociologia (89/S)
  • scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S) psicologia (LM‐51 o 58/S)
  • giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S)
  • teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)
  • scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S)

Sono autorizzati a partecipare anche coloro che hanno un diploma di laurea di vecchio ordinamento, ma corrispondente ai titoli richiesti. 

Ci sono poi i requisiti costei da rispettare per le selezioni pubbliche: 

  • cittadinanza: italiana o di uno Stato UE. Possono partecipare anche gli stranieri purché con regolare permesso di soggiorno per lavoro;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso;
  • assenza di licenziamenti o dispense dall’impiego nella Pubblica Amministrazione;
  • idoneità fisica allo svolgimento della professione.

Viene previste una prova selettiva alla quale però non sono ammessi tutti i candidati: si tratta di un test a risposta multipla con 100 domande, di cui 10 per ciascun argomento tra:

  • cultura generale
  • psicoattitudinali
  • logica
  • informatica
  • modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro,
  • reddito di cittadinanza,
  • disciplina dei contratti di lavoro,
  • sistema di istruzione e formazione,
  • regolamentazione del mercato del lavoro,
  • economia aziendale.

I candidati avranno tempo 100 minuti per rispondere alle domande mentre per superare la prova è necessario aver ottenuto un punteggio minimo di 60/100. La domanda deve essere presentata tramite la modalità telematica (disponibile cliccando il pulsante “Candidati”) presente sul sito dell’Anpal Servizi. Per candidarsi bisogna è necessario essere in possesso del Pin Inps, o in alternativa dello Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o del CNS (Carta Nazionale dei Servizi). C’è tempo fino alle ore 12 di mercoledì 8 maggio 2019 per presentare la candidatura. 

NAVIGATOR, ECCO I NUMERI REGIONE PER REGIONE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>