Richiesta di anticipo del Tfr dopo la legge di stabilità 2015

di GianniPug Commenta

A conti fatti, nel corso del 2015 i lavoratori italiani avranno diverse strade da potrebbe scegliere per la destinazione del loro TFR. Ecco quali sono.

Con la legge di stabilità 2015 il governo ha dato la possibilità ad una parte dei lavoratori di ottenere il TFR in busta paga, misura che sicuramente premia i redditi più bassi, quelli compresi tra i 15 mila e i 20 mila euro. Ma per coloro che avranno redditi più alti, si dovranno fare bene i conti, decidendo tra tassazione e rinuncia alla rivalutazione.

Resta però anche nel 2015 una terza possibilità, che è quella della richiesta di anticipo del tfr. La richiesta di anticipo della liquidazione potrà essere presentato sempre per le seguenti esigenze:

  • Per l’ acquisto di una nuova abitazione
  • Per la ristrutturazione dell’ abitazione che già si possiede
  • Per gravi motivi di salute al fine di coprire importanti spese mediche.

A quali lavoratori non conviene richiedere il TFR in busta paga

In alternativa si può provare chiedere un accordo alla propria azienda, alla quale si può chiedere fino al 75 per cento del capitale totale versato. Con questa soluzione il lavoratore perde la rivalutazione ma la tassazione è più bassa rispetto al metodo dell’ anticipo del Tfr in busta paga, perché non finisce nel calcolo dell’ Irpef, ma si applica una tassazione separata.

TFR in busta paga – Conveniente solo per i redditi bassi sotto i 20 mila euro

A conti fatti, quindi, nel corso del 2015 i lavoratori italiani avranno diverse strade da potrebbe scegliere per la destinazione del loro TFR. Riassumendo le soluzioni possibili a disposizione sono:

  • La richiesta per l’ erogazione del tfr in busta paga
  • La richiesta di anticipo del tfr per importanti motivi
  • La proposta di un accordo alternativo alla propria azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>