Reddito di cittadinanza, come funziona secondo la bozza

di Fabiana Commenta

Arriva la bozza del reddito di cittadinanza che dovrebbe essere percepito da 1 milione e 400mila famiglie incusi anche stranieri con un permesso di lungo soggiorno e residenti in via continuativa in Italia da almeno 10 anni. Secondo le stime il 47 % dei beneficiari si trova al Centro Nord, e la Campania è la prima regione. 

servi iswelfare, reddito di cittadinanza,, carta famiglia, dsu,rei, carta acquisti, sia, social card

Si parte ad aprile, come riportato nella bozza del decreto (in 27 articoli) che provvederà a istituire il reddito di cittadinanza e quota 100 per un totale di 8,5 miliardi di spesa. 

Campania, Sicilia, Lazio, Lombardia, Puglia e Piemonte le regioni che potranno beneficiare, nell’ordine, del nuovo reddito. 

Secondo la bozza, il beneficio è di 500 euro, pari a 6.000 euro l’anno, moltiplicato per la scala di equivalenza e 280 euro al mese (3.360 euro l’anno) per il sostegno all’affitto. 

Con il mutuo il sostegno casa diventa di 150 euro (1.800 l’anno). 

Il totale è di 780 euro per un nucleo con un solo componente e di 1.330 euro per una famiglia di tre adulti e due minorenni. 

La pensione di cittadinanza arriva invece a 630 euro al mese (pari a 7560 l’anno) per scala di equivalenza oltre alle 150 euro al mese (1.800 l’anno) per il sostegno all’affitto.

Il reddito viene riconosciuto per 18 mesi e può essere rinnovato dopo la sospensione di un mese: decorre dal mese successivo a quello della richiesta.

Ma quali sono i requisiti?

Il nucleo famigliare deve avere un reddito Isee inferiore a 9.360 euro, ma potrà essere intestatario della prima casa e avere anche una seconda casa purché la rendita catastale non superi la soglia di 30.000 euro. Il “patrimonio mobiliare” non dovrà essere superiore a 6.000 euro accresciuto di 2.000 euro per ogni componente della famiglia per un massimo di 10.000 euro che aumentano di ulteriori 1.000 euro per ogni figlio successivo al secondo e che viene aumentato di 5.000 euro per ogni figlio con disabilità.

Viene escluso dal reddito chi ha acquistato un’auto nei sei mesi prima o aver comprato negli ultimi due anni una vettura di cilindrata superiore a 1.600 cc o moto superiori a 250 cc. 

Non si devono possedere navi e imbarcazioni da diporto, non ha diritto al reddito chi è in carcere, chi è ricoverato in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica, chi sia sia licenziato dal lavoro negli ultimi 12 mesi, eccezion fatta per le dimissioni per giusta causa.

Il reddito di cittadinanza è compatibile con il godimento della Naspi.

Previsto anche un assegno di ricollocazione per i beneficiari del reddito di cittadinanza che non siano stati convocati dai centri per l’impiego trascorsi 60 giorni dalla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro. 

Tutti i beneficiari devono inoltre firmare un “patto per il lavoro” fare formazione, ricerca attiva di lavoro, sostenere i colloqui e accettare ameno una di tre offerte di lavoro “congrue”. 

Nei primi sei mesi di fruizione del reddito può essere accettata un’offerta entro 100 chilometri dalla residenza ed entro 250 chilometri oltre il sesto mese di fruizione. 

Inoltre l’impresa che assume a tempo pieno e indeterminato chi ha il Rdc, e non lo licenzia per 2 anni, percepisce uno sgravio contributivo pari alla differenza tra 18 mensilità di Rdc e quello già goduto dal beneficiario. 

Arrivano chiarimenti sulla carta del Reddito di cittadinanza: si potranno prelevare contanti per un massimo di 100 euro al mese se si è single, aumentati secondo la scala di equivalenza a seconda dei componenti del nucleo familiare, ma non oltre i 210 euro al mese. 

Non si possono spendere soldi per gioco d’azzardo, pena la revoca del beneficio, previste sanzioni per chi cercherà di fare il furbo occultando il lavoro irregolare o nascondendo redditi.

REDDITO DI CITTADINANZA, NON SERVE LA DOMANDA

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>