Reddito di cittadinanza, non serve la domanda

di Fabiana Commenta

Il reddito di cittadinanza? Verrà assegnato automaticamente a tutti i cittadini che ne hanno diritto: non sarà necessario fare alcuna domanda. La conferma della dinamica dell’assegnazione arriva dalla dal  sottosegretario al ministero dell’Economia e delle Finanze Laura Castelli. 

Il reddito è una misura che cambierà il modo di pensare. È una rivoluzione culturale. Non si dovrà andare allo Stato a chiedere una cortesia. Non sarà il cittadino che dovrà vagare chiedendo: “scusa, io ho diritto al reddito?”. Sarà lo Stato a venire da voi e dire voi avete diritto al reddito di cittadinanza. Un nuovo paradigma in cui lo Stato ti prende per mano e ti accompagna, ti ridà dignità.

Queste le parole di Laura Castelli dal palco della festa del Movimento 5 Stelle dal palco di Roma. 

Il sottosegretario ha ricordato che per il reddito di cittadinanza sono previste la riforma dei centri per l’impiego (con 10 miliardi a disposizione) e ha ricordato le modalità elencate nella Legge di Bilancio. 

Il sussidio economico dovrebbe spettare a tutti i residenti in Italia da almeno 5 anni che abbiano un reddito inferiore ai 780 al mese e verrò accompagnato da un progetto di reinserimento sociale; ma sembra che non partirà prima di marzo-aprile perché sarà necessario procedere prima al potenziamento dei centri per l’impiego. La Castelli inoltre ha specificato che per mantenere il Reddito di cittadinanza saranno obbligatorie 8 ore di volontariato nel Comune di residenza per ogni cittadino ci sarà un solo sportello di riferimento; inoltre verrà messo a disposizione un sistema informativo attraverso il quale si potrà accedere alla ricerca di lavoro. 

REDDITO DI CITTADINANZA, DISPONIBILE SU BANCOMAT O APP TELEFONICA

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>