Lavazza, bonus produttività e premi per chi mette su famiglia

di Fabiana Commenta

Bonus produttività, ma soprattutto premi ai dipendenti che mettono su famiglia: questo è quanto previsto dal contratto integrativo firmato in casa Lavazza, nello stabilimento di Settimo Torinese con l’intento di favorire i dipendenti e le famiglie tradizionali e non.

congedo matrimoniale, nozze

La grande novità consiste nell’entrata all’interno dello stabilimento della  Legge Cirinnà 76/2016: il contratto prevede una nuova premialità, un tantum di 250 euro per si unisce in matrimonio, unione civile o coppia di fatto. Confermato poi il bonus di 250 euro per ogni figlio nato o adottato. 

Se la novità consiste negli incentivi alla famiglia, è anche vero che viene confermato anche il bonus che valorizza le persone che contribuiscono alla produttività dell’azienda. Confermati pertanto i bonus previsti per i dipendenti dopo 25 o 35 anni di anzianità di servizio che consistono in una ulteriore mensilità in più.

Il premio produttività, che parte da un minimo di 3000 euro, viene parametrato in base al raggiungimento di alcuni precisi obiettivi vale a dire di efficienza impianti, qualità e incidenza della manodopera. Obiettivo , è quello di favorire le diverse professionalità cercando di valorizzare il merito individuale. Il bonus in favore del matrimonio, unione civile o coppia di fatto, porta invece in azienda quello che il fisco aveva già provveduto a inserire con la possibilità di poter inserire le detrazioni del partner a carico per il 730 o il modello redditi offrendo anche l’opportunità di poter usufruire della agevolazioni fiscali previste dalla legge. Fermo restando che l’unione civile deve essere regolarmente registrata all’anagrafe e che la detrazione spetta solo nel momento in cui il partner, per essere considerato a carico, non superi il reddito complessivo di 2.841, 51 euro all’anno.

CONVIVENZE DI FATTO, LE DETRAZIONI PREVISTE

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Rispondi