Garanzia Giovani, confermata la proroga per il 2019

di Fabiana Commenta

Arriva anche per il 2019 la proroga di Garanzia Giovani che consiste nelle agevolazioni per le assunzioni di giovani disoccupati di età compresa fra i 16 e i 29 anni.

La conferma della proroga arriva dall’Anpal con un decreto che specificato i termini per usufruire dell’incentivo ‘Occupazione NEET’ rilanciando una serie di agevolazioni per le aziende che assumano ragazzi che non studiano e non lavorano e che dovranno essere necessariamente iscritti al programma Garanzia Giovani.

In che cosa consiste il Garanzia Giovani? In sostanza consiste nella decontribuzione totale per i datori di lavoro: può essere attivato al massimo per un anno e solo nel caso in cui l’assunzione venga effettuata tramite contratto di lavoro a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante.

Possono usufruire dell’incentivo Occupazione NEET tutti i datori di lavoro privati che assumono giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani: rientrano nel beneficio tutte le assunzioni che vengano effettuate dal 1° gennaio ed entro il 31 dicembre 2019 attraverso diverse forme. 

Inclusi, i contratti di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, i contratto di apprendistato professionalizzante.

L’esonero totale dalla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, ad eccezione dei premi e contributi Inail, viene valutato in una massimo di 8.060 Euro l’anno per ciascun lavoratore assunto. Vengono poi applicati mediante conguaglio sui contributi Inps, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, e devono essere fruiti entro il 28 febbraio 2021. In caso di part time, il massimale viene ridotto in modo proporzionale. 

Il datore di lavoro può richiedere l’agevolazione tramite istanza preliminare di ammissione all’Inps, per via telematica, attraverso un apposito modulo online raggiungibile dal portale web dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.  Spetterà all’Inps valutare poi la richiesta e in caso di esito positivo informare il datore di lavoro dell’avvenuta prenotazione dell’incentivo.

GARANZIA GIOVANI, FLOP SECONDO LA CORTE DEI CONTI

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>