Bonus condizionatori 2019, come funziona la detrazione 

di Fabiana Commenta

È arrivato il caldo e diventa inevitabile pensare all’acquisto di condizionatori che possano rendere più piacevole l’estate meglio ancora se con la possibilità di poter risparmiare. 

È possibile grazie al bonus condizionatori 2019 per l’acquisto di un climatizzatore, di un deumidificatore o una pompa di calore è infatti possibile beneficiare di alcune agevolazioni fiscali. 

Il bonus in pratica consiste in una detrazione del 65% per condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza energetica che possano sostiruire l’impianto di riscaldamento esistente o l’impianto di climatizzazione. 

La detrazione Irpef Ires spetta sia al cittadino sia all’impresa, ma con un tetto di spesa pari a 46.154 euro. 

È prevista invece la detrazione del 50% per un nuovo impianto a pompa di calore con l’obiettivo del risparmio energetico e con una ristrutturazione edile, anche straordinaria. In questo caso il tetto massimo di spesa è fissato a 96.000 euro per lavori che vengano effettuati entro il 31 dicembre 2019. Ma come richiedere la detrazione? Va richiesta tramite modello 730 e Unico, ma in ogni caso perptoerne usufruire l’acquisto del condizionatore dovrà essere eseguito con pagamenti tracciabili. 

Pertanto, sia le ricevute, sia le fatture valgono come documentazione fiscale che dovrà essere conservata. 

Ci sono però anche altre agevolazioni previste. 

In cassoni risparmio energetico o di sostituzione di un vecchio impianto a pompa di calore, l’iva scende dal 22% al 10%, ma in questo caso l’agevolazione viene dimezzata solo ed esclusivamente per il prezzo del condizionatore e dell’installazione. Sarà l’ecobonus a consentire di poter ridurre al 50% le spese effettuate per gli infissi, per le caldaie a condensazione o la biomassa classe A, ma anche le schermature solari.

BONUS RISTRUTTURZIONI, VALIDO ANCHE SENZA COMUNICAZIONE ENEA

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>