Bonus Baby sitter, stop al contributo

di Fabiana Commenta

Stop al bonus baby sitting: a partire dal 1° gennaio 2019 non è possibile presentare la domanda per l’accesso al contributo che non è stato prorogato per l’anno 2019. La conferma arriva direttamente  l’Inps, attraverso il suo sito, confermando quanto circolava nell’aria da qualche settimana a questa parte.

Il bonus, introdotto un paio di anni fa, era rivolto alle lavoratrici dipendenti pubbliche o private, ma anche alle lavoratrici iscritte alla Gestione Separata e alle libere professioniste: per richiedere il bonus era necessario non essere iscritta a nessuna altra forma previdenziale obbligatoria e non essere pensionate.

Il bonus poteva essere richiesto alla fine del periodo di congedo obbligatorio di maternità e in alternativa al congedo parentale: consisteva in un voucher del valore di 600 euro mensili finalizzato all’acquisto di servizi di babysitting.
I voucher potevano essere utilizzati presso la rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati nell’ambito degli undici mesi successivi al congedo obbligatorio e per un massimo di sei mesi e di tre mesi per le lavoratrici autonome.

Da subito i contributi baby sitting non hanno avuto regolarità: prima erano stati introdotti, poi cancellati con l’abolizione dei voucher, poi di nuovi reintrodotti. adesso sono stati del tutto aboliti e non hanno trovato spazio nel nuovo pacchetto famiglia pensato dal Governo.  

Per il 2019 resta invece confermato il  bonus asilo nido che prevede un importo elevato a 1.500 euro su base annua per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021. È un bonus erogato ai bambini nati o adottati dal 1° gennaio 2016 che può essere utilizzato per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati o per pagare forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni che siano affetti da gravi patologie croniche e che non possono frequentare il nido. Il bonus asilo viene corrisposto direttamente dall’Inps in seguito alla domanda del genitore.

BONUS BEBE’, LE NOVITA’ DEL PACCHETTO FAMIGLIA

photo credits | think stock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>