Bonus bebè 2019, le novità del pacchetto famiglia

di Fabiana Commenta

L’aumento del 20% dal secondo figlio in poi, le due fasce di reddito, il congedo per i padri e la revisione della maternità, ma anche il ritorno dei voucher baby sitter. 

Sono queste alcune delle novità introdotte dal nuovo Bonus bebè 2019 che sarà riconfermato anche per il prossimo anno. 

congedo, paternità, bonus mamma

In realtà nella legge di bilancio non c’era tratta della proroga del bonus, l’assegno mensile erogato ai bambini nati o adottati nel 2019, ma il Ministro Fontana aver assicurato che sarebbe stato confermato anche per il 2019. Così sarà grazie a un apposito emendamento che ha anche introdotto la rimodulazione del bonus: il baud verrà erogato anche per il prossimo anno ai bambini nati o adottati nel 2019. Avrà una durata pari a 12 mesi come nella proroga del 2018: solo per il primo anno, al momento della sua introduzione è stato erogato per 36 mesi. 

Il governo ha stanziato incentivi alla natalità per un totale di 444 milioni di euro che si sommano ai 44 euro previsti nel 2018 dal precedente governo. 

Previsto l’incentivo del 20% su quanto erogato a partire dal secondo figlio, ma vengono anche introdotte due diverse fasce di reddito, la prima fino a 7mila e la seconda con una fascia che va da 7 a 25mila euro, che andranno a determinare l’importo degli assegni alle famiglie. 

Le mamme potranno scegliere se accedere a un periodo di tre mesi di maternità retribuita al 60% oppure scegliere sei mesi di maternità retribuita al 30%. 

Aumenta anche il periodo concesso per usufruire dei congedi parentali che passa dagli attuali 12 ai 16 anni dei figli.

Confermanti 40 milioni di euro per il congedo di 4 giorni per i padri e la formazione di un Fondo di sostegno per le crisi familiari che prevede 10 milioni di euro all’anno, raddoppiati gli importi delle detrazioni fiscali per i figli con disabilità e che passano da 400 a 800 euro. 

Confermanti anche i voucher: baby sitter destinati alle mamme che tornano a lavorare: viene previsto uno stanziamento di 50 milioni di euro per i voucher baby sitter destinati alle dipendenti e alla lavoratrici autonome.

BONUS BEBE’ E IL TAGLIO, LA RETTIFICA DEL MINISTRO FONTANA

photo credits | think stock

Rispondi