Alitalia, nessuna novità sul dossier

di Fabiana Commenta

 

Nessun novità in vista sul dossier Alitalia: tutto sembra essere fermo dopo l’ennesimo rinvio, al 15 giugno prossimo, per la presentazione dell’offerta da parte delle Fs. 

Se i partiti cercano di non tornare sull’argomento in piana campagna elettorale, i sindacati annunciano intanto lo sciopero di 24 ore di martedì prossimo, 21 maggio 2019. 

Uno sciopero che coinvolgerà tutto il trasporto aereo anche piloti e assistenti di volo di Alitalia, Blue Air e Blu Panorama, tecnici della manutenzione e personale di terra delle compagnie, gli addetti all’handling, al catering e delle gestioni aeroportuali.  

I sindacati accusano il Governo di non voler prendere iniziative per lo “sviluppo regolato del settore per tutelarne l’occupazione, che registra crisi ovunque nonostante il numero dei passeggeri sia in forte crescita, mentre per il rilancio di Alitalia in modo irresponsabile neppure sente il dovere di confrontarsi con il sindacato per capirne le ragioni”.

È pur vero che, secondi i sindacati, “la protesta è indetta per la grave situazione occupazionale del trasporto aereo” come sottolinea il segretario Filt Cgil, Fabrizio Cuscito citando “il rinnovo del contratto nazionale di settore, una legislazione di sostegno che renda nel nostro Paese il ccnl, riferimento minimo normativo e retributivo per tutti i lavoratori del settore e per il finanziamento strutturale del Fondo di solidarietà del trasporto aereo”. 

Ma ovviamente c’è anche il nodo Alitalia e il “lavoro di più di 11 mila persone e di tutto l’indotto ed è sempre più necessario ed urgente che il governo, dopo quasi un anno di rinvii, batta un colpo”.

Le Ferrovie dello Stato intanto annunciano di essere in fase negoziale visto che per ala formazione della newco, mancano ancora tasselli: confermato il 30% di Fs, il 15% del Mef, con la conversione in equity di una parte del prestito ponte di 900 milioni, e il 10% di Delta Airlines.  Ma manca un quarto, importante socio. 

 

ALITALIA, CERCASI PARTNER

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>