Alitalia, Air France si sfila dal salvataggio

di Fabiana Commenta

Arrivano i primi effetti concreti della crisi diplomatica fra Italia e Francia: secondo quanto riferisce il Sole 24 Ore, Air France avrebbe deciso di sfilarsi dal salvataggio di Alitalia. Fonti autorevoli riferiscono al quotidiano che si tratta di una decisione “dovuta a motivi politico-istituzionali” e che arriva dopo la decisione di richiamare almeno temporaneamente l’ambasciatore francese dall’Italia. 

Alitalia: forse accanto a Ferrovie dello Stato ci saranno altri soci

Se le indiscrezioni venissero effettivamente confermate, Fs dovrebbe rimettersi alla ricerca di un partner industriale per il rilancio della compagnia aerea di bandiera che per il momento continua a utilizzare il prestito ponte da 900 milioni.

Intanto, via Adnkronos, arriva il no comment da Parigi sull’eventuale abbandono del progetto Air France – Klm – Delta Air Lines per Alitalia e anche il vicepremier Luigi Di Maio sminuisce la questione spiegando che le informazioni su Air France e sul suo ritiro erano antecedenti alla crisi diplomatica scoppiata pochi giorni fa.

Trenitalia, e già da mesi, sarebbe al lavoro con altri partner diversi da Air France avrebbe confermato Di Maio e il disinteresse di Air France non sarebbe così recente. Secondo le fonti francesi invece sarebbe Delta Air Lines impegnata nelle trattative  e la stessa compagnia avrebbe chiesto ad Air France-Klm di scendere in campo entrando nel capitale. 

Le stesse fonti spiegano da che parte del gruppo franco-olandese ci sarebbe poco interesse all’investimento e il suo sarebbe un intervento nelle retrovie. 

Il gruppo sarebbe invece interessato che Alitalia rimanesse nell’alleanza Skyteam e solo in questa prospettiva Air France-Klm potrebbe sostenere Delta. 

Ancora valida l’offerta vincolante di Delta Airlines mentre invece la compagnia low cost britannica easyJet ha più volte confermato di essere interessata a un “Alitalia ristrutturata”. 

ALITALIA, PROROGA DEL PRESTITO PONTE IN ARRIVO

 

Rispondi