Tredicesime, il punto della Cgia di Mestre

di Emma Commenta

Saranno circa 33 milioni i soggetti che percepiranno la tredicesima nel mese di dicembre per un totale di 36 miliardi di euro che saranno erogati a dipendenti e pensionati italiani, al netto delle ritenute IRPEF.

La cifra prevista arricchirà i contribuenti consentendo di far fronte alle spese di fine anno, ma anche allo Stato che incasserà le relative tasse IRPEF per 10,4 miliardi di euro. Insomma, la speranza è che le maggiori entrate del mese possano anche favorire la circolazione di denaro e i gli acquisti a favore del commercio, in particolare per le realtà legate ai piccoli artigiani e ai piccoli commercianti. Questo è anche l’augurio della Cgia. 

Negli ultimi anni si è assistito ad un crollo verticale dei consumi nel mese di dicembre. Dal periodo pre-crisi ad oggi, questi ultimi sono diminuiti del -50% circa. Si stima che in 10 anni le famiglie italiane abbiano tagliato le spese natalizie di oltre 8 miliardi di euro. Speriamo che in questa ultima parte dell’anno si torni a spendere in maniera intelligente, ridando così fiato alla domanda interna che, sebbene in leggero aumento, rimane ancora troppo debole. 

Spiega il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA, Paolo Zabeo.

Non è tutto oro quello che luccica però: sia i pensionati sia i lavoratori dipendenti dovranno far fronte a un importo reale che sarà leggermente inferiore rispetto a quanto percepito l’anno scorso visto che l’inflazione nel 2017 è aumentata dell’1,4%.

L’auspicio della Cgia è che una buona parte di questi 30 miliardi di euro di liquidità possa essere destinata agli “acquisti natalizi. Un’opportunità che potrebbe ridar fiato ai magri bilanci di tanti negozianti e piccoli artigiani che anche quest’anno hanno faticato a mantenere la saracinesca aperta”.

TREDICESIMA, QUANTO ARRIVA E COME CALCOLARLA

Conclude Zabeo nella sua analisi. A livello territoriale la Regione che che presenta il maggior numero di beneficiari legati all’erogazione della tredicesima è la Lombardia con poco più di 6 milioni tra lavoratori e pensionati, cui seguono il Lazio e il Veneto.

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>