Reddito di cittadinanza, cambiano le spese autorizzate

di Fabiana Commenta

Reddito di cittadinanza, si cambia: le anticipazioni rilasciate da Il Messaggero parlano di nuove spese autorizzate sulla base di quanto disposto dal ministero del Lavoro.

Cambia, almeno in parte, la lista dei prodotti che possono essere acquistati e le modifiche arrivano sulla scia delle pressioni delle associazioni che rappresentano le varie categorie di esercenti per far estendere l’uso della card. Al momento, con la card è possibile poter acquistare farmaci e alimenti, saldare le bollette e pagare la rata del mutuo o dell’affitto della casa. 

Sono consentiti i prelievi fra tra 100 e 210 euro, in base alla numerosità del nucleo, ma adesso il Governo tenta il rilancio della card attraverso l’aumento delle spese ammissibili. 

Ammontano allora a una decina i beni che non possono essere acquistati: resta il divieto di usare i soldi della card per il gioco d’azzardo, ma sarà anche proibito l’acquisto di superalcolici, gioielli, accessori di lusso, beni antiquari e prodotti finanziari. I limiti sui prelievi di somme in denaro rimarranno inalterati. 

Restano invece inalterati i prelievi in contanti. E se da una parte i beneficiari potranno godere di maggiore libertà di manovra dall’altra il reddito finirà per alimentare il commercio. Anche le card rilasciate agli aventi diritto sono già predisposte per poter essere accettate su più larga scala per cui tende a cambiare il parametro delle spese immorali. 

La modifica arriva in seguito alla delusione e alla rinuncia alla card da parte di tanti richiedenti che si erano resi conto dei numerosi paletti nonostante fossero beneficiari del reddito. 

Intanto l’Associazione italiana retailer elettrodomestici specializzati (Aires) ha già inviato una circolare alle imprese del settore in cui chiede chiesto agli esercenti di astenersi dall’accettare le card fino a quando il governo non indicherà con esattezza quali beni sia possibile comprare.

Ma non solo: la platea dei beneficiari è destinata ad aumentare perché non appena l’Inps avrà terminato di esaminare le domande per il reddito di cittadinanza arrivate il mese scorso, il sussidio raggiungerà quota 750 mila adesioni.  

REDDITO DI CITTADINANZA, COME FUNZIONA IL CALCOLO DELLE SOMME NON SPESE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>