Rimborsi 730 in arrivo a dicembre 2013

di Fabrizio Martini Commenta

Per quanto riguarda la tempistica si apprende direttamente dal comunicato dell’Agenzia delle entrate che a partire dal prossimo 15 dicembre i contribuenti che hanno comunicato il proprio codice Iban riceveranno i rimborsi direttamente sul proprio conto corrente.

Nuovo comunicato da parte dell’Agenzia delle Entrate con cui viene chiarito il tema dei rimborsi modello 730. La nota ufficiale annuncia le date dei rimborsi 730 previsti per chi ha presentato il modello fiscale nel mese di settembre 2013.

 

La comunicazione è rivolta infatti a tutti i soggetti che hanno presentato domando in quanto si tratta di contribuenti privi di sostituto d’imposta nel 2013.

Le richieste pervenute ammontano a circa 96 mila. Tale conteggio è stato pubblicato proprio nell’ultimo comunicato stampa emesso da parte dell’Agenzia delle Entrate. Si tratta quindi di tutti i contribuenti che vantano un credito fiscale nei confronti dello Stato perché non più in possesso di un contratto di lavoro e di un’occupazione. Essi infatti non hanno più un datore di lavoro e possono usufruire dell’opportunità offerta dal Decreto del Fare, cioè quella contenuta nell’art. 51-bis contenuto del decreto legge n. 69 del 2013. Essi hanno infatti potuto presentare il modello 730 situazioni particolari lo scorso settembre.

Per quanto riguarda la tempistica si apprende direttamente dal comunicato dell’Agenzia delle entrate che a partire dal prossimo 15 dicembre i contribuenti che hanno comunicato il proprio codice Iban riceveranno i rimborsi direttamente sul proprio conto corrente.

Situazione differente per quanto riguarda tutti gli altri contribuenti, ovvero quelli che non hanno provveduto a comunicare le coordinate del proprio conto corrente bancario. Per loro saranno disponibili dal 21 dicembre presso gli uffici postali i rimborsi in contanti.

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre ritenuto opportuno comunicare anche un’altra interessante novità per quanto riguarda il prossimo anno di imposta 2014. A partire dal nuovo anno i contribuenti che non hanno più un posto di lavoro,potranno presentare la dichiarazione 730 non soltanto nel caso di somme a credito, ma anche nel caso di importi a debito. Si tratta quindi di tutti i contribuenti che non hanno un sostituto d’imposta a cui presentare il 730/4.

Lionel Bonaventure/AFP/Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>