Pace fiscale in Gazzetta Ufficiale, ecco i punti approvati

di Fabiana Commenta

Con la firma del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella al Decreto Fiscale prende il via anche la Pace fiscale che viene pubblicata anche sulla Gazzetta Ufficiale. Mini condono su quanto dichiarato, rottamazione ter, cancellazione per le mini cartelle sotto i 1.000 euro sono solo alcuni dei punti approvati. Vediamo quali. 

prelievo,paradiso fiscale, soldi, dichiarazioni

Dichiarazione integrativa: possono presentare la dichiarazione integrativa tutti  contribuenti che abbiano redditi in nero negli ultimi 5 anni, ma che hanno presentato la dichiarazione dei redditi, dichiarando meno di 100mila euro. Il valore può essere aumentato al massimo del 30%, pagando una tassa del 20%. Le società e le associazioni sportive dilettantistiche, iscritte nel registro Coni, potranno utilizzare della dichiarazione integrativa speciale “per tutte le imposte dovute e per ciascun anno di imposta, nel limite complessivo di 30.000 euro di imponibile annuo” . 

Saldo e stralcio: è previsto sulle cartelle non pagate e consentirà di abbattere quanto dovuto al Fisco per eventuali cartelle esattoriali non pagate, ma solo dimostrando di versare in una condizione di oggettiva difficoltà economica. Tre le aliquote al 6%, 10% e 25%, che vengono previste per privati e per imprese. 

Rottamazione ter: prevista per chi non rientri nei casi precedenti. Sarà possibile versare al Fisco quanto dovuto sanzioni e interessi con 10 rate distribuite in cinque anni.

Cancellazione mini-cartelle: viene prevista la cancellazione automatica delle mini-cartelle, quelle di importo inferiore ai 1.000 euro, emesse tra il 2000 e il 2010. 

Chiusura liti: prevede che il contribuente possa chiudere subito la causa con il Fisco, pagando solo il 20% del dovuto, se ha vinto in secondo grado, o di dimezzare il dovuto in caso di vittoria in primo grado.

Chi ha ricevuto, dopo un controllo, un verbale di constatazione potrà ripresentare la dichiarazione senza pagare sanzioni e interessi. Stesso discorso per gli avvisi di accertamento, di rettifica, di liquidazione o per gli atti di recupero notificati entro l’entrata in vigore del decreto legge (30 giorni a partire dalla pubblicazione in Gazzetta), a patto di non averli contestati.

Trasmissione e la memorizzazione telematica degli scontrini: obbligatoria dal 1° gennaio 2020 e vengono previste riduzioni delle sanzioni per i ritardi nell’emissione della fatturazione elettronica. 

CIGS: viene prorogata di 12 mesi, in deroga alla normativa a regime sulla durata massima dei trattamenti di cassa integrazione, la CIGS per le crisi aziendali ed eliminata la soglia minima di 100 lavoratori per usufruire della cassa integrazione guadagni straordinaria. 

PACE FISCALE, È ACCORDO SUL CONDONO

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>